Come rendere più efficace la ‪Lead Generation‬ per il ‪‎B2B‬ con ‪‎LinkedIn‬

S4P MARKETING CONSIGLIA.

La maggior parte dei marketer B2B non usano LinkedIn correttamente e, non vedendo un pieno Ritorno sugli Investimenti (ROI), si arrendono tralasciando uno degli strumenti di Lead Generation più potenti e di qualità.
Però alcuni brand famosi come Microsoft, GE e Siemens hanno registrato un significativo successo con la generazione di contatti qualificati che utilizzano LinkedIn, e come ha funzionato per loro, può funzionare anche per la vostra azienda e di conseguenza per i vostri clienti. Ecco allora quattro suggerimenti pratici di marketing B2B di successo per ottimizzare la lead generation con LinkedIn:

S4p Marketing Imbuto di conversione

  1. Misurate la giusta parte dell’imbuto di conversione quando verificate il successo della vostra strategia di marketing su LinkedIn. Il vero valore di LinkedIn  è nel sapere che si tratta di un imbuto stretto,dove, sebbene non ci siano tanti Lead, i tassi di conversione sono molto meglio degli altri canali digitali.
  2. Create la giusta esperienza post-click da LinkedIn. Una volta che si entra in una strategia di marketing su LinkedIn con giusti obiettivi di valutazione e con giuste misurazioni, è necessario fare in modo che ogni clic abbia valore. Si può avere un post molto istruttivo e stimolante di contenuti su un nuovo prodotto, un servizio o un problema per i vostri clienti, ma alla fine ciò che si vuole sono quei lead e quel potenziale per conversioni, e se il cliente, dopo aver visto un contenuto meraviglioso, viene indirizzato verso un sito web meno brillante, rimane deluso se non infastidito perchè si sente ingannato o tradito. Questo è dove l’esperienza post-click diventa fondamentale. La conversione inizia su LinkedIn, ma deve essere portata a compimento. Costruire contenuti personalizzati su un’appropriata piattaforma di un sito e indirizzare gli utenti solo alle parti pertinenti farà in modo di creare una grande esperienza per i clienti.
  3. Fate un uso migliore dei dati che LinkedIn fornisce. Visto che il pubblico di destinazione viene da LinkedIn, i dati sono lì per essere raccolti in forme di generazione della domanda. I marketer possono utilizzare questi dati per tenere in conto un targeting più pertinente per un pubblico che hanno maggiori probabilità di convertire.
  4. Sappiate cosa fare con “l’altro 80%”. Attraverso la collaborazione con i clienti si è rilevato che una strategia di marketing su LinkedIn eseguita correttamente può produrre fino a un tasso di conversione del 20%. Ma cosa si può fare con il marketing per convertire l’80% mancante? Utilizzando il retargeting basato sul comportamento degli utenti, è possibile fornire contenuti pertinenti sugli altri siti che l’utente visita per contribuire a mantenere l’ interesse per quell’argomento e, infine, fargli fare clic di nuovo su di voi per avere ulteriori informazioni ed ottenere un nuovo potenziale di conversione. (Traduzione e adattamento di L.M.)

 

S4P Marketing linkedin 1

Fonte: http://adage.com/article/btob/b-b-marketers-improve-leads-linkedin/297386/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, guidicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed