Come la Thailandia ha attirato il Record degli Investimenti Stranieri nel 2014

S4P MARKETING CONSIGLIA.

La Thailandia ha concluso il 2014 con un numero record di domande di investimento, per un totale di 31 miliardi di dollari, da parte degli investitori stranieri. Del numero totale di domande, 74 progetti sono stati presentati da aziende, tra cui Ford Motor Co., General Motors e Seagate Technology.

Per continuare il successo, il governo ha annunciato nel mese di febbraio una strategia di investimento di sette anni, che comprende un mix di incentivi non fiscali basati sul merito e di benefici fiscali. Verranno anche rimosse le restrizioni di zonizzazione per gli investitori stranieri.

La nazione spera che la nuova strategia di investimento incoraggi gli investimenti soprattutto nel settore dell’alta tecnologia ed in quello delle industrie creative. Sarà data priorità alle “attività commerciali” o agli investimenti che sosterranno la strategia di sviluppo globale della Thailandia, che prevede la partecipazione della Thailandia nella Comunità Economica dell’ASEAN (AEC).

In questo articolo viene intervistato Korbsiri Iamsuri, direttore del Consiglio per gli Investimenti in Thailandia, relativamente ai piani di sviluppo economico del paese.

D: Quali sono stati i fattori che hanno portato ai 31 miliardi di dollari negli investimenti stranieri l’anno scorso?

  • I nuovi progetti ampliati sono stati presentati prima che la nuova politica avesse effetto.
  • Gli investitori hanno visto che i disordini interni non hanno influenzato gli investimenti.
  • Il governo ha dichiarato che prevede di stimolare l’economia.

D: Quali sono stati i fattori che l’anno scorso hanno reso tanto successo?

  • Il governo ha detto che l’investimento in infrastrutture, come strade e ferrovie, abbia accelerato l’erogazione del budget governativo per stimolare il consumo interno e della spesa pubblica.
  • Anche l’imminente mercato unico integrato ASEAN nel 2015 è stato uno di quei fattori.

D: Dato l’elevato numero record di investimenti esteri nel 2014, si può supporre che la questione della stabilità generale del paese non sia stato un fattore?

L’economia della Thailandia è ben nota per la sua capacità di resistere a tutti gli impatti negativi. Alcuni anni fa abbiamo avuto una grave alluvione che ha danneggiato l’industria manifatturiera. Dopo esserci dati molto da fare, siamo stati di nuovo in grado di continuare a produrre. L’anno scorso, nonostante i disordini interni e la crisi economica globale, il Consiglio per gli Investimenti, un ente economico del governo, ha ricevuto un nuovo record di applicazioni da quasi 50 anni, con un incremento del 73% a partire dal 2013.

D: Ci sono state specifiche misure che il governo ha preso per garantire le aziende che le cose sono “affari come al solito”?

  • Nonostante il colpo di stato militare del 22 maggio, il governo ha annunciato politiche per garantire che non vi è alcun ostacolo per gli investimenti.
  • Le domande di investimento in corso sono state rapidamente approvate per accelerare l’economia.
  • Il governo ha annunciato nuove zone economiche speciali lungo i confini.
  • Il governo ha annunciato numerosi pacchetti di incentivi economici per stimolare il consumo interno e la spesa pubblica.

D: Può descrivere la vostra strategia che procura del “business” alle attività che sostengono la partecipazione del paese all’AEC?

  • I progetti delle PMI e delle aziende più grandi sostengono la partecipazione all’AEC.
  • Il governo ha annunciato politiche per spostarsi verso il settore dell’alta tecnologia e verso quello dei progetti di innovazione.
  • Il governo ha annunciato zone economiche speciali lungo i confini per facilitare il movimento dei beni e del lavoro.

D: Ha notato un afflusso di attività grazie all’AEC?

L’AEC sarà un fattore di influenza diretta per la Thailandia per esaminare gli eventuali ostacoli o le opportunità. La politica del mercato unico aumenterà più attività in quanto gli investitori potranno vedere i benefici del libero scambio fiscale e tariffario.

D: Può fornire dettagli sulla vostra strategia per le PMI?

  • Il requisito minimo di investimento di capitale per ogni progetto è la metà della somma richiesta ad un progetto normale.
  • I progetti che si troveranno nelle 20 province con il più basso reddito pro capite riceveranno benefici aggiuntivi, come una doppia detrazione sui costi e anni di esenzione dall’imposta sul reddito d’impresa.
  • I macchinari utilizzati nel progetto possono essere combinati tra macchine nuove ed usate.

D: In che modo il tasso di imposta sulle società del 20% si può paragonare rispetto agli altri paesi AEC?

La tassa sul reddito delle società in Thailandia è la seconda più bassa nei paesi dell’ASEAN, ed è solo dietro quella di Singapore, che è del 17%. (Traduzione e adattamento di L.M.)

S4P Marketing Thailandia FDI 2

Fonte: http://www.industryweek.com/expansion-management/thailand-attracts-record-investment-2014

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed