Come una buona strategia di ‪Content Marketing‬ può risolvere i problemi di ‪SEO‬ della vostra azienda

S4P MARKETING CONSIGLIA.

Quando le cose vanno male su un sito web, la gente spesso punta il dito contro il SEO.  Ma troppo spesso, il “problema SEO” non riguarda tanto quest’ultimo quanto il contenuto. Infatti, dopo aver fatto una ricerca per indicizzazione di un sito campione ed una verifica dei contenuti dello stesso, è stato scoperto il vero problema, che era tanto lampante quanto sorprendente: il contenuto del brand era poco mirato, scritto male ed includeva poche informazioni significative.

In cerca di risposte in tutti i posti sbagliati.

Se volete fare seriamente dell’Inbound Marketing, i contenuti di qualità sono fondamentali e non un optional. Impegnarsi a creare e condividere informazioni di qualità porta ad almeno cinque benefici che sono difficili da battere:

  1. Attirare l’attenzione delle persone giuste.
  2. Assicurare che il vostro target di persone continui a divorare le informazioni, fornendo molteplici punti di contatto necessari per far fare gli straordinari all’Inbound marketing.
  3. Aiutare a rendere il vostro brand la risorsa definitiva per le informazioni nella vostra zona.
  4. Promuovere un livello di familiarità e di prospettive di fiducia utili a fare il salto di qualità per diventare clienti.
  5. Incrementare le probabilità che i clienti diventino sostenitori del brand e ne condividano le informazioni con gli altri.

Se siete seriamente intenzionati alla creazione di contenuti che facciano convertire le prospettive in clienti ed i clienti sostenitori del brand, ci sono tre cose su cui dovreste lavorare immediatamente.

Cose su cui potete (e dovete) lavorare:

  • Conoscere la vostra azienda. Meglio capirete il vostro business e il ruolo che svolge nella vita di coloro che sono il vostro target, più sarete preparati per vendere i vostri prodotti e/o servizi. Impegnatevi per far sì che il vostro gruppo di marketing si chiuda per un’ora in una stanza, almeno una volta alla settimana, per una sessione di brainstorming, al fine di ottenere chiarezza su tre punti importantissimi: “Chi siamo? Quali sono i nostri obiettivi? Chi siamo noi nella mente dei nostri target e clienti?”. L’obbiettivo è di assicurarsi che tutti sappiano ciò che il brand rappresenta, quale ruolo svolgano sul mercato i vostri prodotti/servizi, come vengano visti da clienti, potenziali clienti e concorrenti, e ciò che il marchio offre che nessun altro potrebbe facilmente replicare.
  • Conoscere i propri clienti. La maggior parte degli Inbound Marketer pensa che la parte più difficile sia sapere quello che i loro clienti vogliono. In realtà, sapendo ciò che i clienti vogliono e si aspettano dal brand è si un grande ostacolo ma non un compito insormontabile. Iniziate guardando le domande ed i commenti che i ​​vostri team del servizio clienti, commerciale e social ottengono online, via telefono o di persona. Che cosa potete offrire più degli altri? Questo è il punto giusto. Fate molta attenzione da dove proviene la maggior parte dei commenti, in particolare sui social media. Questo aiuta a capire dove risiede la maggior parte del vostro pubblico. Ancora più importante, evidenziate da dove provengono i vostri fan sul mercato che servite. Inoltre, guardate da vicino quelli che condividono le vostre informazioni: Hanno un grande seguito sui social? Condividono molti contenuti sul tema? Quanto è popolare il loro blog? I link condivisi sono parte del loro contenuto? Potrebbero essere considerati “influenzatori”? In questo modo troverete dove cercare altri engager, oltre a quali tipi di informazioni condividano.
  • Pensare oltre, invece che solamente alla produzione.S4p Marketing Inbound Marketing

A questo punto, si potrebbe chiedere che cosa tutto ciò abbia a che fare con i contenuti di qualità o con il SEO, e la risposta è: TUTTO! Uno dei trucchi migliori e maggiormente utili per la creazione di contenuti di qualità è quello di diventare la risposta assolutamente definitiva per le domande che clienti vecchi e potenziali hanno relativamente ai prodotti e servizi offerti.

Rispondendo a queste domande sul vostro blog, sulle vostre pagine web e social media, darete al vostro contenuto tutta l’aria che necessita per respirare. Il risultato?

  • Migliorerete il potenziale per l’attività in loco;
  • Aumenterete la probabilità per il brand ed i suoi contenuti di avere una buona posizione sui motori di ricerca;
  • Genererete l’attività sociale necessaria che porta a segnali sociali, che potrebbero portare a link in entrata (un fattore molto importante che i motori di ricerca prendono in considerazione per fare comparire i siti sulla prima pagina dei risultati).

Realizzare questo piano è molto più facile che immaginarlo. In primo luogo, utilizzate le informazioni raccolte nel corso delle sessioni di brainstorming per mantenere i vostri obiettivi di business e commerciali in linea con il contenuto da produrre e da condividere con il pubblico. Poi, accedete ai commenti, alle domande ed alle altre informazioni raccolte dal vostro team di vendite, servizio clienti e social media per iniziare a creare un blog informativo e condividetene i contenuti collegandoli sui post dei vostri social media. Iniziate con uno o due blog alla settimana. Invece di preoccuparsi della lunghezza,cercate di essere la migliore risposta e con una grafica avvincente, aumentando così la probabilità di condivisione e di attirare persone. Una volta che il contenuto è pubblicato sul sito, assicuratevi di condividerlo su almeno due siti di social media e, dove è possibile, leggete le domande ed interagite con i commenti ulteriori, o ringraziate coloro che condividono le informazioni. Ovviamente tutto questo deve avvenire a ciclo continuo. Inoltre, è necessario fare uno sforzo per impegnarsi con gli influenzatori che possono far pendere l’ago della bilancia verso il vostro brand attraverso i social media.

Il vostro contenuto deve lavorare per voi, ma prima è necessario che voi lavoriate per lui. L’Inbound Marketing è un viaggio tortuoso, non una linea retta. Avrete bisogno di creare, condividere, di provare e riprovare più volte per trovare il successo che sperate. Ma, una volta che vi impegnate in questo duro lavoro, grandi cose cominciano ad accadere:

  • La comprensione dei bisogni del pubblico da parte del vostro team migliorerà;
  • La qualità dei contenuti sul sito web andrà meglio;
  • L’interesse sul sito, compresi i commenti, aumenterà;
  • I segnali sui sociali saranno maggiori per il vostro brand;
  • I link al sito cresceranno;
  • I contenuti del vostro brand inizieranno ad apparire più in alto nei risultati di ricerca;
  • Il traffico complessivo e l’attività del vostro sito web aumenteranno, anche per ciò che riguarda le pagine dei prodotti e dei servizi.

Date al vostro brand le migliori possibilità di successo.

Una delle cose migliori che potrete fare per  migliorare le prestazioni SEO del vostro sito web è quello di creare dei contenuti forti e di sicura risonanza come segno distintivo del brand. Migliore è il contenuto, più facile sarà condividerlo e generare rumors attorno alle informazioni del marchio. E come migliorano le iterazioni sul brand, le attività social ed i collegamenti potrebbero diventarne un probabile sottoprodotto.

Ricordate, i brand più notevoli utilizzano la ricerca, i social ed i contenuti tutti insieme, mai da soli e separatamente. (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://blog.hubspot.com/marketing/repair-seo-problem-with-content

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed