Thailandia‬: Una nazione economicamente attrattiva

S4P MARKETING CONSIGLIA.

Facendo una passeggiata attraverso una zona industriale appena fuori Bangkok, si viene subito circondati da decine e decine di aziende di produttori mondiali a noi familiari come Ford, General Motors e Toyota, tutte con con sede in Asia. Le nuovissime fabbriche si fondono bene con i numerosi santuari religiosi. Come si visita la zona, la stragrande impressione è che questo non sia accaduto per caso. Questo fa tutto parte di un piano, un piano che è ancora in corso. Un paese di soli 66 milioni di persone non diventa il 17 ° più grande produttore mondiale senza un’attenta pianificazione. La Thailandia è il secondo più grande produttore di pick-up leggeri. Strategie minuziosamente costruite assieme ad incentivi tangibili hanno dato vita a questa robusta economia manifatturiera.

Un rapido sviluppo di edifici industriali.S4p Marketing Manifatture in Thailandia

La chiave di volta della strategia è una rete di edifici industriali che hanno un approccio totale nella catena del valore per il settore manifatturiero. Queste proprietà, gestite da società private, non hanno lasciato nulla di intentato per offrire chiavi in ​​mano un luogo che tenga conto della miriade di esigenze della produzione.

Non siete ancora pronti a costruire una fabbrica? Non è un problema. La zona industriale ha già costruito fabbriche che si possono affittare o comprare. Nelle vicinanze si trovano dei parchi logistici, come anche svariati mezzi di trasporto. Sono disponibili incentivi finanziari in combinazione con lo status di zona di libero scambio. E se questo non bastasse, uno dei più grandi sviluppatori di edifici industriali, Amata Corp., sta evolvendo le sue sedi per creare delle comunità a tutti gli effetti che comprendano scuole, laboratori linguistici e riducano anche le distanza di guida.

Ford Motor Company l’anno scorso ha costruito un nuovo stabilimento a Rayong, Thailandia, con la funzione di un centro di esportazione per soddisfare la crescente domanda nel paese.
Queste proprietà sono amministrate da una divisione del Ministero dell’Industria in un piano di industrializzazione strategico progettato per posizionare favorevolmente la Thailandia rispetto ai suoi concorrenti dei paesi del sud-est asiatico. Ad esempio, nei paesi vicini un produttore non può possedere della terra e deve rispettare le leggi locali. La Thailandia non ha tali regole, ed offre altri vantaggi, tra cui esclusioni temporanee dalle tasse, esenzione o riduzione dei dazi sui macchinari e sui materiali ed il permesso di utilizzare i tecnici dalle nazioni di origine.

La prova che la pianificazione attenta della Thailandia stia dando i suoi frutti è lampante. Il paese si colloca al 14 ° posto nel mondo nella produzione di automobili, che rappresenta il 12% del PIL del regno. Dando lavoro a 400.000 persone, questo settore conta 25 miliardi di dollari per le esportazioni (il terzo più grande nel paese). E il settore sta crescendo a passi decisi: la produzione ha raggiunto circa 2,5 milioni di unità nel 2013.

Mentre tutte le principali case automobilistiche giapponesi hanno una presenza nelle zone industriali vicino a Bangkok, altri costruttori, tra cui Ford, GM e BMW non solo hanno impianti, ma sono anche in espansione. Anche i fornitori di capitali Tier 2 e 3  sono in espansione, tra cui Dana Holding Co., Bridgestone Corp. e Denso Corp..

Per comprendere la portata della catena di approvvigionamento per la rete automobilistica è necessario solo guardare i prodotti fabbricati negli stabilimenti Hemaraj, una delle altre società di sviluppo dei grandi immobiliari. Ci sono più di 154 produttori di materiali per automobili negli stabilimenti di questa società, tra cui: sospensioni, aria condizionata, sistemi frenanti, componenti delle ruote, sistemi di scarico, alberi a motore e parti del telaio. (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.industryweek.com/expansion-management/thailand-country-plan

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed