Adattarsi alla nuova normalità del Marketing digitale B2B

S4P MARKETING CONSIGLIA.

Come le cose tipo l’aumento del consumo dei media online e la tecnologia indossabile hanno cambiato il Marketing B2C, così queste stesse innovazioni hanno trasformato il B2B. S4p Marketing B2B hope

“Il volto del B2B non è più quello di una volta,” ha detto Jim Lecinski, vice presidente delle vendite negli Stati Uniti e dei servizi di Google, ai partecipanti al recente evento BMA15. “Abbiamo raggiunto un punto di svolta e l’80% di tutto il tempo trascorso nei media ora è in digitale. E’ la nuova normalità.”

Google ha utilizzato i propri registri di dati per monitorare il comportamento di 3.000 acquirenti B2B in 15 settori ed ha osservato il loro percorso per l’acquisto, guardando quattro fattori chiave su vari brand:

  • Come si stanno commercializzando per cambiare il pubblico B2B?
  • Come stanno avendo una strategia vincente nei micro-momenti chiave?
  • Stanno offrendo esperienze prima ai dispositivi mobili?
  • È già pronto il loro portafoglio digitale?

I Millennial (I giovani del nuovo millennio, N.d.T.) finalmente sono ora una parte significativa del pubblico B2B. C’è stato un aumento del 70% della quantità di età compresa tra i 18 ed i 34 anni in questo campo, fino al 46% rispetto al solo 27% nel 2012. Anche se questi potrebbero non essere nelle prime posizioni, potrebbero però avere un ruolo significativo da svolgere, ha detto Lecinski, rilevando che l’81% dei dipendenti non dirigenti hanno una certa influenza sulle decisioni di acquisto nelle loro organizzazioni. “State pensando che questo pubblico crescente di giovani possa essere il volto di chi state lanciando sul mercato?” Chiese.

Il video è ora il modo più importante per raggiungere i Millenial che stanno facendo una ricerca, ed il 70% degli acquirenti B2B utilizzano i video nel loro processo decisionale, ha detto Lecinski, notando che l’acquisto tipico in questa sede coinvolge 12 importanti ricerche online. Il numero delle ricerche relative al B2B è triplicato, ha osservato, aggiungendo che il 42% di quel tipo di ricerche tramite Google avvengono su dispositivi mobili. “Se non ci siete, questo è uno svantaggio competitivo.” Il 90% di tutti gli acquisti B2B include almeno una ricerca. “È necessario conoscere il taglio della considerazione”, ha aggiunto, sottolineando che il numero di brand nelle ricerche di un potenziale cliente si è ridotto; molti considerano solo uno o due marchi durante il loro viaggio di acquisto.

Non aspettate solo che le persone raggiungano il vostro sito, ha aggiunto. Esportate i vostri contenuti verso i siti dove i Millennial stanno già leggendo con una ricca unità multimediale. “Andate dove questi si trovano già.” (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.chiefmarketer.com/adapting-new-b2b-digital-normal/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed