Cosa includere nella navigazione del sito per incrementare le conversioni?

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing conversioni

Con la diminuzione della capacità media di attenzione degli acquirenti online, ora abbiamo non più di 8 secondi per informare i visitatori del web sui dettagli importanti; i metodi empirici sperimentati di navigazione stanno cambiando. Per anni, il modo più comune per presentare i dettagli della spedizione, le garanzie, le tabelle di formato ed altre informazioni pertinenti sui prodotti e sull’ordine è stato quello di incorporare link e banner nelle testate del sito e nella navigazione. Siamo stati attenti a non allontanarci dalle collocazioni più usate perché avrebbe confuso gli acquirenti. Più cose includiamo nella navigazione principale però, maggiori sono le possibilità che gli acquirenti si spostino verso altri siti.

Tuttavia, ci sono tre problemi principali con l’utilizzo della navigazione di base per mettere in luce le politiche e le caratteristiche dell’intero negozio virtuale (come garanzie e informazioni sui resi e il contenuto del carrello) ed i descrittori di prodotto (come tabelle di formato ed opzioni di colore).

  • Distolgono l’attenzione dai dettagli e dai link più importanti, come i banner commerciali e quelli delle principali categorie. Nella maggior parte dei casi, più è ingombra la navigazione, più alta è la frequenza di abbandono.
  • Non si applicano sempre a tutti i prodotti, o sono troppo generalizzate. Ad esempio, un negozio che vende sia l’abbigliamento che gli accessori non dovrebbe utilizzare la navigazione a link verso una pagina di tabella di formato.
  • Possono collegarsi a pagine che hanno alti tassi di uscita.

E ‘importante elencare le caratteristiche principali direttamente sulla pagina del prodotto, dove gli acquirenti possono essere immediatamente informati. Separando i banner del sito dalla navigazione e dai dettagli sul prodotto in due blocchi completamente diversi, i clienti possono utilizzare i loro 8 secondi per decidere se (a) acquistare sul ​​sito tramite la navigazione e la ricerca o (b) acquisire maggiori informazioni sul prodotto stesso. I visitatori che sbarcano sul sito dalla lista di riferimento di un altro sito, o da un’e-mail, di solito osservano la parte superiore della pagina; quelli che approdano su specifici prodotti dai motori di ricerca in generale guardano l’articolo stesso.

In breve, sia la navigazione del sito e gli elementi della pagina del prodotto devono seguire la regola della durata dell’attenzione: Afferrateli velocemente e non lasciateli andare.

Quando si tratta di prodotti, rispondete a tutte le domande all’interno della pagina di un prodotto. E’ facile quando fate finta che non ci sia una navigazione in alto a guidarli.

Fare una svendita a livello di categorie? O un’offerta prendi 2 paghi 1 su un gruppo specifico di prodotti? Assicuratevi di promuovere ciò al meglio su ogni pagina del prodotto. Questo non solo aiuta i clienti ad avere conferma su quali prodotti si applichino, ma quelli che approdano direttamente sulle pagine dei prodotti dai motori di ricerca e dalle directory di shopping saranno anche a conoscenza di offerte speciali non pubblicizzate in tutti i banner del sito. L’idea non è quella di spostare le informazioni chiave dall’intestazione e dal piè di pagina del negozio, ma piuttosto di richiamare maggiore attenzione a tutto ciò che è fondamentale per vendere ogni prodotto. Offrite dei punti ricompensa? Dite al cliente esattamente quanto guadagna se acquista il prodotto. Offrite gratuitamente il confezionamento di un pacco regalo su alcuni tipi di articoli? Ditelo dove è efficace: negli elenchi puntati o vicino al pulsante “Aggiungi al Carrello”.

Dove collocare i Link lungo il sito?

Le svendite e le offerte speciali, tra cui i buoni, devono ancora essere promosse nella parte alta della navigazione o in un colonna di destra. Altri elementi, come le tabelle di formato, i ritorni e gli scambi, l’aiuto per gli acquisti e la privacy, vanno nel piè di pagina. Seguite la regola che, se si tratta di qualcosa che gli acquirenti possono cercare, bisogna metterlo nel piè di pagina. Le caratteristiche che devono vedere vanno messe in alto. Tutto ciò che viene chiesto, replicatelo sulle pagine del prodotto. Prima di spostare gli oggetti da cima a fondo, però, assicuratevi di guardare i vostri strumenti di analisi per vedere quanto siano popolari i collegamenti. Cercate se c’è una bassa percentuale di clic, così come se le pagine collegate abbiano tassi di uscita superiori al normale. Una “mappa di calore” può anche mostrare gli elementi che vengono più cliccati. Ma ancora vogliate analizzare le prestazioni di queste pagine di destinazione, quando decidete di tenerle nello spazio più importante. (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.practicalecommerce.com/articles/90592-What-to-Include-in-Site-Navigation-for-Higher-Conversions

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed