I pro e i contro delle più popolari opzioni di pagamento nell’e-commerce

S4P MARKETING CONSIGLIA.

s4p marketing opzioni di pagamento e-commerce

Ci sono un paio di opzioni di pagamento che vengono in mente immediatamente quando si considerano le varie possibilità per il vostro sito di e-commerce. La prima, naturalmente, è la carta di credito o di debito. La successiva è senza dubbio PayPal. Se includete queste opzioni sul vostro sito di e-commerce, allora probabilmente state andando bene. La maggior parte dei consumatori che sono abbastanza comodi a fare acquisti online saranno piuttosto soddisfatti di queste scelte. Se siete interessati ad offrire maggiori possibilità per gli acquirenti esperti, ci sono altre opzioni disponibili, forse più recenti. Scegliere tra l’ultima e quella più importante non è sempre facile, perché chi può dire quale resterà in auge e quale no? Per aiutarvi a scegliere, ecco un elenco dei pro e dei contro di queste altre opzioni.

BitCoin. ( Questo articolo è stato scritto prima dello scandalo che ha coinvolto l’ideatore di BitCoin, pertanto mi limito a riferirlo per fedeltà al testo originale, N.d.T.)
Che ci crediate o no, i BitCoin stanno ancora andando e la gente ancora accetta questa moneta digitale. Il bello dei BitCoin (e più spesso il problema) è che il valore non resta mai veramente corrente. In questo momento, un BitCoin vale circa $ 240, ma può anche arrivare fino a $ 1.000 per BitCoin. Se si accetta questo pagamento, c’è una possibilità che questi soldi virtuali possano salire di nuovo alle stelle per quanto riguarda il valore … o potrebbero andare nella direzione opposta. C’è anche la questione del portafoglio digitale e come dovreste tenerlo d’occhio come un falco. Se il disco rigido si danneggia o qualcuno lo ruba, i Bitcoin sono andati, proprio come se perdeste il portafogli pieno di contanti fisici. Non sono anche sicuri come lo erano una volta. Ad un certo punto, nessuno poteva hackerare il portafoglio digitale. Ora è hackerabile. E ‘solo qualcosa da tenere a mente.

Google Wallet.
Con Google Wallet, i consumatori si iscrivono attraverso i loro account di Google+, inseriscono le informazioni di pagamento in un modo davvero quasi simile a PayPal, e quindi non hanno mai bisogno di tirare ancora fuori la carta di credito. Perché Google mantiene tutte le informazioni, laddove non ci sono davvero problemi di sicurezza per voi. Dipende tutto da Google il fatto di mantenere tali informazioni al sicuro. Fino a quando i vostri clienti possono mantenere le loro informazioni di login in sicurezza, non hanno bisogno di preoccuparsi che chiunque possa accedere alle loro informazioni finanziarie.

Pagamenti su Amazon.
Un sacco di persone hanno l’account su Amazon, che lo ammettano o no. Quel riconoscimento nominale percorre un lungo cammino per convincere gli acquirenti che si possono fidare a darvi le loro informazioni finanziarie. Le tasse per il loro utilizzo come opzione di pagamento di terze parti sono anche piuttosto basse. Insomma, non è un cattivo piano. L’unico problema è che Amazon è già un brand di fama mondiale. Volete confondere i vostri acquirenti o diminuire il vostro marchio in qualche modo introducendo il nome di Amazon nella vostra transazione? Sicuramente desiderate assicurarvi che la vostra azienda stia ottenendo del merito per i prodotti che vendete, così portandovi verso un nome ben noto rischiate di intorbidire le acque.

Intuit.
Se utilizzate QuickBooks per mantenere il vostro account, allora Intuit sarà il vostro nuovo migliore amico. Tra tutte le opzioni di pagamento, questa si integra con il miglior software di contabilità. Il programma trasferisce anche denaro direttamente sul conto in banca della vostra azienda, quindi non c’è bisogno di troppo trambusto da parte vostra. Intuit fa facilmente accettare le carte di credito, ma dovrete pagare il prezzo, con un tasso del 3,25% su ogni transazione.

Authorize.net.
Per un negozio multiservizio, Authorize.net sembra essere la strada da percorrere. È possibile elaborare le carte di credito e di debito, gli e-check, PayPal ed anche i pagamenti di Apple Pay. Dovrete fare in modo di avere tutto il software e le applicazioni necessarie per eseguire il programma, ma con la sua ampia varietà, questo appare come un vincitore. C’è un lato negativo, ovviamente. Alcune delle caratteristiche funzionano solo all’interno di iOS 8 app, in particolare di Apple pay. Poi c’è il costo. Con una quota di start-up, canone mensile e le tasse sulle transazioni non è la più economica delle soluzioni disponibili, ma neanche la più costosa. Dal momento che offre quasi tutto, potrete ritenere il costo un male necessario.

Stripe.
Stripe è una delle opzioni di pagamento in più rapida crescita, soprattutto perché è considerato di tendenza. È possibile personalizzare il design, l’integrazione con i dispositivi mobili, e supportare le varie valute. Anche se non ci sono dei veri e propri lati negativi nel programma, molti potrebbero sentire la vistosità come un allontanamento dalle reali necessità. Se la vostra azienda richiede le numerose opzioni che Stripe vi offre, tuttavia, troverete questa brillantezza più che benvenuta.

Questa non è nemmeno vicino ad una lista completa delle opzioni disponibili, ma quelle elencate sono probabilmente le scelte più popolari disponibili al momento. Se queste non soddisfano le vostre esigenze, potete anche considerare BluePay, PaySimple, 2Checkout, Masterpass, Visa Checkout e Dwolla. La cosa più importante è che troviate un metodo di pagamento che i vostri clienti amino.

Qual è il vostro portale di pagamento preferito? Ci sono pro e contro per questi che non sono presenti nell’elenco? (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://blog.hubspot.com/marketing/pros-cons-popular-ecommerce-payment-options

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed