Le parole di sei lettere del Business Storytelling

S4P MARKETING CONSIGLIA.

“Non si può mettere una salsiccia in un tritacarne, girare la maniglia all’indietro ed ottenere un maiale”, dicono alcuni. Il riferimento raccapricciante sostiene il concetto che, una volta mescolate, alcune cose restano così per sempre. Lo stesso si può dire per le imprese e per la narrazione. Mentre va di moda ritrarli come nuovi migliori amici, il duo ha sempre avuto un rapporto stretto. Ogni giorno è manifesto come acquirenti e venditori eseguano il “tango delle transazioni”.

L’impresa, come la danza sensuale, è guidata da parole di sei lettere. Una si nutre dei nostri istinti carnali, le altre tentano di giustificare il perseguimento di questi piaceri. E prima che la vostra mente abbia la possibilità di entrare in pensieri piccanti, quelle parole di sei lettere sono “volere” e “rischio”. I comunicatori professionisti che capiscono queste motivazioni fondamentali eccellono nel conquistare i cuori e le menti attraverso le storie. “Volere” è una caratteristica di sopravvivenza primordiale che è stata programmata nel nostro DNA migliaia di generazioni fa. Che ci piaccia o no, viene da un luogo profondo ed egoista. E anche se tali pulsioni primitive sono forti, non governano le nostre azioni, ma sono tenute sotto controllo da “rischio”. Potremmo voler mangiare un cheeseburger a tre piani, rubare una macchina od avere una relazione, ma il lato logico del nostro cervello fa i conti con il rischio di un attacco di cuore, con il carcere o con la fregatura di un divorzio disastroso .

Lo show televisivo americano Shark Tank è utile per studiare “volere” e “rischio”. Gli imprenditori desiderano ricevere il più grande investimento per la minor quantità di patrimonio netto. Gli acquirenti (o gli investitori) vogliono il massimo ritorno sul loro investimento. Entrambi fanno valere i propri bisogni attraverso la negoziazione per ridurre al minimo il rischio. Se viene trovato un equilibrio, viene fatto un investimento (vendita). In caso contrario, la conversazione si conclude senza un accordo. E’ la storia ancestrale.

Volere e rischio si manifestano nelle discussioni di lavoro ogni giorno. Ma quando, durante la preparazione per quella presentazione, per quel discorso di vendita o di marketing, studiate il desiderio e le conseguenze di perseguirlo?

Guardate i messaggi della vostra azienda dal punto di vista del volere e del rischio. Chiedetelo a voi stessi:

  • Che cosa vogliono i vostri clienti?
  • Quali rischi stanno pesando per fare un acquisto?
  • Cosa vuole la vostra azienda?
  • Che rischio è disposta ad accettare per fare una vendita?

Eseguendo un’analisi approfondita del volere e dei rischi, troverete i temi principali che guideranno le vostre storie aziendali (Business Storytelling).

Oh, e come con tutte le parole di sei lettere, sceglieteli ed utilizzateli con saggezza. (Traduzione e adattamento di L.M.)

S4p Marketing volere e rischio

Fonte: http://www.b2bmarketinginsider.com/content-marketing/want-storytelling

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed