Solo il 14% dei marketer sono fiduciosi quando si tratta dei Grandi Dati

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Big Data

Anche se molte persone di marketing concordano sul fatto che i Grandi Dati siano la priorità assoluta di quest’anno, molto pochi sono fiduciosi nella loro capacità di utilizzarli, secondo una nuova ricerca condotta da Millward Brown Digital, divisione di ricerca di mercato di WPP.
Esaminando più di 400 rivenditori di brand americani, agenzie e società di media, Millward Brown ha trovato che il 42% degli intervistati considerano l’utilizzo dei grandi dati “la più vasta opportunità di marketing rivolta nel 2015″. Tra le altre opzioni (abbattendo le barriere mobili e sociali, ottimizzando il ruolo del video, il marketing a livello locale e quello multischermo) solo quest’ultimo è stato ritenuto più importante da oltre il 10% dei marketer.
Tuttavia, mentre la gente di marketing riconosce l’importanza dei dati, solo il 14% si sentono sicuri di sfruttare efficacemente i dati dei loro consumatori, dei media e delle transazioni. Nello studio dello scorso anno, il numero era il 39%.
“Credo che i grandi dati siano diventati un po’ un sinonimo di ‘Ho bisogno di approfondimenti e di risposte perché la mia attività mi offra un rendimento migliore’. La gente sa che stanno seduti sulle tonnellate di dati, hanno solo bisogno di trovare un modo per sbloccarli”, dice Kurt Heinemann, Chief Marketing Officer della piattaforma di predizione di analisi Reflektion, che pensa che il calo della fiducia smaltisca l’effetto di una maggiore consapevolezza. “Un anno fa, questi non sapevano davvero cosa volesse dire avere i loro dati non sfruttati ed ora stanno rendendosi conto che non ci si sono avventati. Nonostante si possano ottenere alcuni rapporti brillanti da questi, la gente di marketing non sta avendo le idee chiare in merito”.
La metà dei brand marketer, oltre il 65% di quelli provenienti da aziende e agenzie di media, considerano la targetizzazione un fattore chiave da inserire nel budget. Tra i brand, il consenso generale è che il sito web e lo sviluppo di contenuti siano più importanti per il targeting e costituirebbe il 18% del bilancio perfetto. Altre aree ad alta priorità includono la pubblicità online, i social, gli annunci sui dispositivi mobili e sulle loro applicazioni e la ricerca sul web. I dispositivi mobili, in particolare, sono in aumento, e, nonostante i marchi dicano che dovrebbe essere il 12% del budget, l’anno scorso vi hanno solamente disposto l’8%.
Il fattore principale nella determinazione del budget per il 50% degli intervistati è l’attribuzione. L’incapacità di azzeccare il ROI è considerata un enorme punto dolente per i marketer, secondo solo a “pianificazione attraverso punti di contatto con i consumatori, in cui questi interagiscono con il brand“. Molti non si fidano dell’attribuzione, ma se ci fosse un aumento della possibilità di monitorare il ROI, il 79% dei marketer incrementerebbero la loro spesa sui dispositivi mobili, un salto del 25% dallo studio dello scorso anno.
Il conflitto attorno alla spesa sul cellulare si riduce a ciò che Heinemann chiama “l’enigma smartphone.” La mancanza di un ROI misurabile rende difficile per la gente di marketing giustificare di spendere di più sul cellulare, anche se sanno che i dispositivi mobili sono i posti migliori per la realizzazione di marketing personalizzato.
“Vedono [la personalizzazione] sulle applicazioni, lo vedono su Netflix, lo vedono su Pandora. E poi vanno su un sito web e devono eseguire la scansione attraverso 80 camicie per trovarne una che gli piace”, afferma Heinemann. “Potremmo essere in un posto problematico nel marketing digitale, dove stiamo guardando ai budget dei media invece di osservare il coinvolgimento intelligente del cliente attraverso la personalizzazione uno-ad-uno, che credo sia quello che i clienti stiano chiedendo a gran voce.”. (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.clickz.com/clickz/news/2416739/only-14-percent-of-marketers-are-confident-when-it-comes-to-data-study

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed