I brand ignorano troppo spesso i messaggi dei clienti sui Social Media

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing I Brand Ignorano i post

Nonostante gli evidenti vantaggi dei social media e dell’esperienza dei clienti, sette messaggi su otto  verso i brand sui loro social (circa l’88%) rimangono senza risposta per 72 ore. In realtà, molti marchi si rifiutano di vacillare e rifuggono una vasta strategia di comunicazione su queste piattaforme. Questo, naturalmente, può portare a clienti insoddisfatti e ad una perdita di fedeltà.

Il rapporto “Sprout Social Index” del 2015 mostra che la tendenza ha permesso a pochi brand, tra cui quelli che hanno base in Medio Oriente ed in Europa, di ottenere un vantaggio competitivo. Il rapporto, che ha analizzato i marchi attraverso 15 aziende, mostra anche che il numero di messaggi sui social inviati ai suddetti è aumentato del 21% nei primi due trimestri del 2015, anche se quasi il 90% non è riuscito a ottenere una risposta.

Secondo il rapporto, i brand hanno una strategia sui social alquanto sbilanciata, che consiste di quattro volte sia per il numero di messaggi che per quello delle risposte. Il rapporto dice che, tra le industrie analizzate, i brand di vendita e di servizi stanno chiudendo il divario tra i post e le risposte, considerando che il settore dei media e dell’intrattenimento ed il settore immobiliare stanno lottando per trovare un equilibrio.

Ulteriori risultati includono:

  • Le aziende dei media e dell’intrattenimento rispondono circa da 1 a 12 messaggi, o circa all’8%, e mandano quasi 8,5 volte più post che risposte.
  • I brand di servizi  inviano 1,4 volte più post che risposte.
  • I brand di vendita al dettaglio inviano due volte più post che risposte.
  • I brand del settore immobiliare mandano 11,7 volte più post che risposte.
  • I brand in Asia ricevono più di 3 volte il numero di messaggi di quelli in Europa, Africa e Nord America.
  • Il Medio Oriente ha il miglior tasso di risposta, 13,1%, mentre l’Europa ha un tempo di risposta più veloce pari a 10,5 ore.
  • I tempi di risposta sono aumentati del 4%.
  • I tassi di risposta sono diminuiti del 2,5%.

“Mai prima d’ora la responsabilità di un brand di essere reattivi e coinvolti è stata così critica”, ha detto Justyn Howard, CEO di Sprout Social, in una recente intervista. “Come la comunicazione aperta con i marchi modella una nuova ondata di interazione, la necessità per le squadre dei social di essere più attivi ed autentici giorno dopo giorno è divenuta più importante che mai.” E’ importante quindi rimanere focalizzati sull’analisi dei dati dei social per rilevare le tendenze ed individuare le idee attuabili che i brand dovranno equipaggiare per creare delle relazioni più forti e più durature con i clienti. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://www.dmnews.com/social-media/brands-ignore-customers-social-questions-too-often/article/436511/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed