Per arrivare ai Millennial i grandi brand utilizzano i video in live streaming di Periscope

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Live Streaming Periscope

Quando Benefit Cosmetics, un’azienda di San Francisco produttrice di trucchi per la cura della pelle, ha usato Periscope, il servizio di video in live streaming di Twitter, per fare una dimostrazione del prodotto, un disturbatore entrò a far parte dello spettacolo dal vivo, scrivendo al presentatore, “Posso vedere il tuo top”, anche se non c’era nessun malfunzionamento del guardaroba. Durante il debutto della M2 coupé della BMW in Nord America su Periscope il mese scorso, il suono aveva degli alti e bassi quando il conducente ha parlato dell’andamento della vettura. Ed uno dei primi video in streaming di Royal Caribbean International è stato interrotto da un visualizzatore che postava una lettera dell’alfabeto alla volta, nel tentativo di intasare il feed dei commenti. Tuttavia, la società è stata felice con i 30.000 spettatori che la campagna ha attratto, ha detto Kara Wallace, vice presidente marketing nordamericano di Royal Caribbean.

Mentre difetti come quelli sarebbero impensabili in un prodotto, controllato dall’ambiente pubblicitario, i grandi brand come Royal Caribbean, BMW e Benefit stanno andando avanti con i piani di utilizzare video in live-streaming per attirare alcuni tra i consumatori più pignoli, i giovani Millennial, che ignorano molti annunci sia tradizionali che online. “C’è un autenticità in questo tipo di campagna”, ha detto Wallace. “Questo sarà il futuro del marketing.”

Periscope, che Twitter ha acquistato all’inizio di quest’anno, permette a chiunque di vivere in streaming un evento attraverso il proprio telefono cellulare, mentre gli spettatori possono partecipare inviando cuori stilizzati attraverso il feed video e digitando i commenti che scorrono sullo schermo e che tutti possono vedere. Alcuni spettatori amano la possibilità di interagire, con risultati che possono sorprendere gli inserzionisti. E’ ancora presto per Periscope, che attualmente non fa pagare gli inserzionisti, e aveva 10 milioni di iscritti a partire dal mese di agosto, rispetto ai più di 300 milioni su Twitter.

Alcuni brand non si sono del tutto venduti a Periscope come strumento di marketing. La società produttrice di snack e bevande Mondelēz International Inc. lo ha sperimentato un po’, ma non ha deciso se vuole renderlo una parte della sua campagna di Marketing, ha detto Cindy Chen, responsabile globale dell’e-commerce. “Periscope non è realmente impostato in questo momento per ospitare i brand“, ha detto Dustin Callif, amministratore delegato digitale presso Tool North America, che ha prodotto i video di Royal Caribbean. “E’ un esperimento che è divertente per un marchio, ma che è anche rischioso.”

LAVORARE AL VOLO.

Visto che i brand sono esperti nella gestione dei commenti esterni che arrivano con tutti i social, con i video in diretta streaming è molto difficile perchè tutto avviene in tempo reale, hanno detto i dirigenti. Anche Twitter è stato colto di sorpresa su un video di Periscope di una chiamata in entrata quando un osservatore ha chiesto al CEO Jack Dorsey se fosse single, perchè inviava di una marea di cuori in formato cartone animato sullo schermo. “Il più grande tipo di mal di testa potenziale di Periscope è che si tratta di un evento dal vivo e non è possibile mettere nulla su sceneggiatura”, ha detto Pete Harmata, il direttore digitale delle innovazioni alla BMW del Nord America. “È necessario intervenire al volo, il che può essere piuttosto faticoso”. BMW ha fatto uscire un teaser di 24 ore della sua coupé M2, mostrando solo la parte anteriore della macchina, dopo alcuni minuti, quando gli spettatori impazienti hanno chiesto di vedere la macchina immediatamente. BMW aveva 5.000 spettatori del debutto, una goccia nel mare rispetto alla televisione, ma è stato molto più economico ed ha raggiunto i suoi più grandi fan, ha dichiarato Dan Kelleher, co-direttore creativo di Kirshenbaum Bond Sénécal + partner, o kbs, che ha creato la campagna. Benefit, di proprietà del conglomerato di beni di lusso LVMH, ha almeno una persona pronta a bloccare i commenti inappropriati nel corso di ogni streaming, ha detto Claudia Allwood, direttore del marketing digitale degli USA, che ha visto 2.000 spettatori per video. Allo stesso modo, migliaia hanno visto i video in streaming di Royal Caribbean, che ha mostrato scene di ogni tipo a partire dai clienti su di una teleferica nell’isola di St. Kitts, agli chef che preparano i pasti sulle sue navi. L’operatore di crociere con sede a Miami ha diffuso le clip dal vivo su Periscope, e li ha inviati ad 80 pannelli digitali in tutta New York City, dopo un leggero ritardo.

Per prepararsi ad eventuali problemi, la compagnia di crociere ha annunci pronti a correre sui cartelloni se il video in streaming di Periscope fosse andato a rotoli o fosse successo qualcosa di sgradevole. Anche se non ha bisogno di eseguire gli annunci di sostituzione, sono sorti alcuni problemi. Un video da uno scivolo d’acqua naturale in Portorico ha avuto così tanti spettatori che dopo alcuni minuti dei commenti è stato chiuso, ha dichiarato John Kearse, direttore creativo del Gruppo Mullen Lowe con sede a Boston, che ha lavorato sulla campagna. Grazie al ritardo tra la diretta streaming ed ai cartelloni pubblicitari digitali, la società ha avuto il tempo di togliere i commenti con l’alfabeto che hanno ritardato il suo streaming. Si erano preparati per il peggio. “Abbiamo dovuto sapere qual è la bomba F in russo”, ha detto Kearse. (Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.businessoffashion.com/articles/news-analysis/big-brands-dont-mind-live-periscope-stumbles-to-reach-millennials

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed