3 modi per portare più ‪clienti‬ nei vostri negozi fisici

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing negozi fisici in-store

Lo shopping online sui dispositivi mobili sta davvero superando quello nei negozi di mattoni e malta? Non così in fretta. Mentre alcuni titoli dei media suggeriscono che le vendite si stiano muovendo in questa direzione, è fondamentale ricordare che 9 acquirenti su 10 visitano ancora i negozi fisici. Infatti, i rivenditori più saggi non considerano questi dominii digitali una minaccia per le loro operazioni in-store e li usano a loro vantaggio. I camerini virtuali, le notifiche push basate sulla localizzazione, il geo-fencing (Un perimetro virtuale per un’area geografica reale, N.d.T.), i display interattivi, le applicazioni sui dispositivi mobili ed altro stanno tutti ridefinendo il modo in cui i clienti oggi interagiscono nei negozi. I rivenditori hanno più strumenti che mai per reinventare l’esperienza di acquisto, ma molte domande risiedono su come possano collocare i loro investimenti per un ROI migliore.

Allora come i brand possono utilizzare con successo i più recenti strumenti di marketing digitale per migliorare ulteriormente la loro esperienza nei negozi in mattoni e malta? Ecco uno sguardo a tre tattiche per aiutare i rivenditori a soddisfare i consumatori in questi micro momenti e ad aumentare le vendite direttamente alla porta d’ingresso del negozio.

1. Siate dove i vostri clienti sono. Gli acquirenti sono alla ricerca di convenienza. Come possono trovare ciò che vogliono, quando lo vogliono, e come glielo si può dare? Un consiglio per i rivenditori è di essere privi di attrito. I vostri clienti sono digitali e si aspettano che le loro esperienze online ed in-store siano senza interruzioni. Prendete il brand di moda Express. Ha creato una promozione multidimensionale che avrebbe messo il consumatore al controllo di tutto. Gli utenti avrebbero potuto scegliere di acquistare on-line o tramite il proprio smartphone, poi avrebbero avuto la possibilità di riscattare un coupon da un sms al loro telefono o dalla stampa di una copia cartacea per poi riscuoterlo nei negozi fisici. Permettere al cliente di determinare quale esperienza di acquisto abbia preferito e rimuovere tutti gli attriti tra i canali hanno aumentato le vendite di Express del 167%.

Neiman Marcus è un altro esempio di un brand che sta integrando la sua presenza sui dispositivi mobili con l’esperienza in-store, al fine di migliorare il percorso d’acquisto per i suoi clienti dei negozi fisici. Il rivenditore di fascia alta utilizza la sua app per collegare meglio i clienti ed i suoi impiegati. Gli utenti dell’app possono decidere di avvalersi della posizione e dei servizi Bluetooth, che permettono al marchio di utilizzare i sensori in tutti i suoi negozi per inviare informazioni e notizie pertinenti sul prodotto. Gli acquirenti possono anche utilizzare l’applicazione per vedere se il loro addetto alle vendite preferito sia disponibile in negozio o per prenotare un appuntamento per un altro giorno, permettendo alla Neiman Marcus di essere pronta al più presto quando lo siano i suoi clienti.

2. Utilizzate le Insights online. Mentre per i rivenditori i social media possono ancora essere una tattica tipica del principio dell’imbuto, gli acquirenti sono molto attivi su siti come Facebook, Pinterest ed Instagram. I venditori che si impegnano su questi siti possono aumentare la consapevolezza del loro brand tra dati demografici chiave e sfruttare le conversazioni su ciò che piace e su cosa non. Nordstrom è stato indicato come l’Amazon dei grandi magazzini per la sua attenzione nel focalizzarsi sul primo cliente digitale. Il marchio non ha solo lavorato per aggiornare le sue capacità di app mobili al fine di raggiungere meglio gli acquirenti online e offline, ma ha anche utilizzato le potenzialità dei dati presenti sui propri canali social. Il rivenditore traccia i pin su Pinterest per vedere ciò che è di tendenza tra gli acquirenti e quindi regola le promozioni in-store di conseguenza. Inoltre, Nordstrom è stato in grado di colmare il divario tra i canali in alcuni negozi, offrendo esposizioni interattive nei camerini che prendono da Instagram e mostrano dettagli come le recensioni per quel prodotto.

3. Non lasciatevi sfuggire i momenti sui dispositivi mobili. Un sondaggio dell’ottobre 2015 dalla National Retail Federation ha rilevato che quasi il 38% degli acquirenti ha intenzione di effettuare le ricerche sul proprio telefono cellulare durante la prossima stagione estiva, e quasi un terzo di essi ha in mente di cercare informazioni sul negozio come l’orario e la posizione. Tuttavia, altri studi mostrano che il 60% dei consumatori ha due, o meno di due, applicazioni di vendita sul loro dispositivo mobile. Brand come Walgreens ed altri sono cresciuti in centrali focalizzate sui dispositivi mobili, dove gli acquirenti possono rinnovare ed inviare le prescrizioni mediche, gestire i loro premi fedeltà e monitorare la propria forma fisica tutto all’interno della loro app. Investire nella costruzione di un app mobile non è da tutti però. Allora cosa possono fare i brand per coinvolgere ancora i clienti nei momenti di telefonia mobile? Collaborare con altri che abbiano già costruito un pubblico su questi canali. Il rivenditore di regali gourmet Harry & David ha aumentato la sua esposizione attraverso i canali online su dispositivi mobili durante la stagione delle vacanze natalizie del 2014. Le offerte in-store sono state condivise attraverso newsletter,  il geo-fencing del centro commerciale, le notifiche push sui suddetti mezzi e un’app dedicata. Il marchio ha visto l’incremento di quasi 10 volte la quantità del volume dei clic sul cellulare ed un aumento delle vendite di quel determinato periodo.

Questa nuova generazione di acquirenti in-store sono collegati 24 ore su 24 sui loro dispositivi e si muovono attraverso i canali senza interruzioni. I rivenditori possono attingere a questi canali online per saperne di più su come possano connettersi ed interagire meglio con i clienti nei loro negozi. Il Marketing digitale ha rimodellato il viaggio delle vendita al meglio. Sono pronti a questo anche i vostri negozi?

(Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.chiefmarketer.com/three-ways-retailers-drive-consumers-store/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed