Una guida a LinkedIn per le Piccole Imprese

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing linkedIn e piccole imprese

Come possono le piccole imprese sfruttare al meglio LinkedIn?

Il social network è una parte inevitabile della vita online per i professionisti che lavorano. Ma gran parte dei consigli su come sfruttarlo è rivolta ai grandi nomi. Più e più volte, si vedono le piccole imprese commettere errori su LinkedIn, perché stanno basando le loro strategie per approcci che funzionano per le aziende più grandi con budget enormi, con molta consapevolezza del brand e con una grande estensione sui social media. Con questo in mente, ecco alcuni suggerimenti su come le piccole imprese possano utilizzare al meglio LinkedIn.

Non utilizzarlo per il marketing. Le aziende più piccole hanno bisogno di essere strategiche su dove investire i loro budget per il content marketing. Molte imprese possono ottenere più possibilità di entrate su Facebook, Pinterest ed Instagram, in cui i consumatori passano molto più tempo e attenzione, o con Twitter o con un blog indipendente, dove è più facile mostrare le proprie competenze. Con tutti i mezzi, postate lo stesso articolo occasionale o l’aggiornamento stesso su LinkedIn, ma concentratevi su di esso come fonte di connessioni e di competenze, non come un modo di costruire un pubblico o la consapevolezza del vostro brand.

Battere la vostra rete per i viaggi. Mentre le grandi aziende possono avere i team di vendita in più città, le piccole imprese devono spremere il massimo da ogni viaggio di lavoro. Una volta che i venditori prenotano gli incontri e gli eventi che costituiscono lo scopo principale di un viaggio, dovrebbero usare LinkedIn per riempire il calendario con più incontri. Possono utilizzare l’opzione di ricerca geografica per cercare le connessioni di primo e secondo grado nei risultati della città di destinazione e filtrare i risultati in base alle persone il cui lavoro, le cui dimensioni dell’azienda e del settore siano abbinate ad un particolare obbiettivo di vendita. Poi potrebbero chiedere ai collegamenti in comune di essere introdotti.

Non aiutare i concorrenti. E’ bello avere rapporti collegiali con altre persone nel vostro campo. Ma durante il collegamento su LinkedIn, vale la pena essere un po’ spietati. Se la gente delle piccole imprese accetta richieste di connessione collegiali da parte di persone che lavorano per i concorrenti, stanno rendendo la loro intera rete accessibile alla competizione. In una piccola città o in un piccolo settore, una certa esposizione è inevitabile, ma non c’è alcun motivo per rendere  più facile il lavoro ai concorrenti, accettando le loro richieste di connessione.

Mantenere segrete le attività critiche. Poichè LinkedIn consente ai membri Premium di vedere chi abbia visualizzato di recente il loro profilo, è facile finire sovraesposti quando state indagando sui potenziali clienti o su un concorrente. Questo è molto rischioso per una piccola azienda più di quanto lo potrebbe essere per un brand consolidato. Quindi, se la gente delle piccole imprese non vogliono che qualcuno sappia che stanno guardando il suo profilo, dovrebbero aprire una finestra di navigazione privata. Al contrario, questi dovrebbero essere sicuri di guardare periodicamente chi ha visualizzato il loro profilo, perché può fornire indicazioni utili per il loro business.

Non concentrarsi sulla generazione di lead. Un team di vendita dovrebbe usare LinkedIn per individuare i potenziali clienti; una piccola impresa può rendere più facile incoraggiare tutti i dipendenti dell’azienda a collegarsi tra loro su LinkedIn, in modo che la condividano sui social. Ma non dovrebbero aspettarsi che la loro pagina aziendale sia una fonte di contatti, se non hanno il tipo di budget pubblicitario che le grandi aziende utilizzano per indirizzarvi il traffico su LinkedIn. Invece, una piccola impresa deve sistemare ed aggiornare la propria pagina abbastanza spesso per attestare le sue credenziali, la sua professionalità ed esperienza.

Vendere l’attività, non voi stessi. Su LinkedIn, il brand conta più del titolo. Le persone che lavorano in grandi aziende ben conosciute hanno un vantaggio, perché i loro curriculum del profilo sono in grado di trasmettere immediatamente il loro ruolo ed il loro settore. In una piccola azienda, un titolo a livello C non significa molto. I dirigenti delle piccole imprese dovrebbero includere una descrizione sommaria della loro attività, sfruttando il marchio di clienti top, come “CFO di Acme Contabilità, consulenti finanziari di The Gap e Target.” Allo stesso modo, per i fondatori, i dirigenti o i direttori di una piccola impresa, un profilo deve raccontare una storia che sia più grande della loro carriera: hanno bisogno di raccontare la storia della società o del brand. Un Direttore esecutivo può tessere le due narrazioni insieme, mostrando il valore che l’azienda porta ai clienti e prendendo atto dei contributi che lui ha fatto per questo sforzo.

Rimanere concentrati quando assumete. Le grandi aziende possono permettersi di postare le aperture lavorative su LinkedIn, e quindi attendere per i richiedenti. Quelle meno conosciute hanno bisogno di lavorare di più per attirare i migliori candidati, e possono fare al meglio la ricerca di candidati qualificati (e quindi verificarli chiamando i contatti in comune). Se una piccola impresa conosce un paio di persone che rappresentano i profili desiderati, questa deve viceversa utilizzare i loro profili LinkedIn per conoscere meglio il richiedente: quali sono stati i ruoli e le esperienze che i candidati da sogno avevano prima di approdare alle loro posizioni attuali? L’azienda può quindi cercare persone che ricoprano posizioni simili, ed assemblare un pool di candidati.

Chiedere aiuto. State facendo un’offerta per un contratto governativo per la prima volta? Invece di assumere un consulente, richiedete un consiglio alla rete di LinkedIn per la sua saggezza collettiva. Serve un nuovo strumento di gestione per la vostra catena di fornitura? Saltate i costi di messa in servizio di una valutazione e chiedete agli amici su LinkedIn ciò che stanno utilizzando. Partecipare ai gruppi di LinkedIn può aiutare gli addetti delle piccole imprese ad ampliare la gamma di competenze a cui possono accedere. Ma questo approccio funziona solo per le persone che siano collaboratori generosi a loro volta: gli utenti devono assicurarsi di dare un’occhiata in ciascuno dei loro gruppi chiave almeno mensilmente e di cercare di offrire un aiuto su questioni in cui hanno delle idee. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://www.wsj.com/articles/why-small-businesses-are-getting-linkedin-wrong-1453690978

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed