Una ‪guida‬ completa alle ‪Meta Descrizioni‬

S4P MARKETING CONSIGLIA.

Meta Descrizione S4p Marketing

Meta Descrizioni. Bleah; Sembra complicato, giusto? Due anni fa, se qualcuno ci avesse chiesto una meta descrizione avremmo pensato che stessero cercando di parlarci in linguaggio da nerd. Suona come un codice e come qualcosa che sia parecchio al di fuori di noi.

Sbagliato.

Le Meta Descrizioni, nonostante il loro stereotipo, possono essere analizzate in un modo abbastanza semplice. Più contenuti si creano e più si entra nelle metodologie dell‘inbound marketing, più ci si rende conto di quanto siano importanti le meta descrizioni e di come una potente possa creare o distruggere. Ci siamo rivolti agli esperti molte volte quando si trattava di capire le meta descrizioni, ed ora vogliamo condividere quello che abbiamo imparato. Dategli un’occhiata:

Per prima cosa: Che cosa è una Meta Descrizione?

Gli esperti di MOZ la spiegano come “attributi in HTML che forniscono una spiegazione sintetica dei contenuti delle pagine web.” Cosa? per capirci meglio… Sapete quando cercate qualcosa su Google ed arriva un elenco di risultati? Una meta descrizione è una di quelle frasi in coppia sotto il titolo che descrive il risultato della ricerca. I miei colleghi di HubSpot descrivono una meta descrizione come “il ritaglio di informazioni sotto il link di un risultato di ricerca.”

Restate con me, ecco una schermata:

meta descrizione 2 S4p Marketing

Fondamentalmente una meta descrizione è ciò che è pronto/a ad aiutare il ricercatore a decidere o meno di fare clic sul link verso una pagina web o verso un articolo. Una meta descrizione aiuta a convincere o a persuadere i lettori a scegliere il vostro sito. Oh, e le scrite in grassetto all’interno di una meta descrizione aiutano a notare che le parole (parole chiave, appunto) corrispondono a quelle nella query di ricerca. Niente di troppo complicato, giusto?

Ho davvero bisogno di una Meta Descrizione?

Quindi, ora che siamo sulla stessa linea e vi state completamente attrezzando con la conoscenza di ciò che è una meta descrizione, parliamo di se o se non ne avete realmente bisogno. Non c’è motivo di reinventare la ruota in questa sede: ci siamo rivolti ad esperti di fiducia ed estratto un po’ di pepite d’oro sulla meta descrizione. La risposta breve a “Ho bisogno di una Meta Descrizione?” è SI. La risposta lunga? Sì, ed ecco perché …

1) Aumentate il tasso di Clic ed incrementate le Visite dalla ricerca organica.

La percentuale di clic diminuisce costantemente per quanto andiate più in basso nella pagina, perché un nome più rilevante è, logicamente, di solito nella parte superiore dei risultati dei motori di ricerca. Quindi, se il risultato è lontano, giù in fondo (o non anche sulla prima pagina dei risultati), state già lavorando in modo insufficiente. Questo rende molto più importante il fatto di avere una meta descrizione dettagliata, pertinente ed accattivante. In breve, migliore è la meta descrizione, tanto è più probabile che avrete un buon incremento del tasso dei clic (CTR) dalla ricerca organica. – da HubSpot

2) Date alle persone giuste le informazioni giuste al momento giusto.

Google utilizza le meta descrizioni per offrire risultati quando i ricercatori utilizzano operatori di ricerca avanzata per abbinare il contenuto meta-tag, così come per portare gli snippet dell’anteprima nelle pagine dei risultati di ricerca, ma è importante notare che le meta descrizioni non influenzano gli algoritmi di classificazione di Google per la normale ricerca web. – da MOZ

3) Aumentate le visite dai Social.

I siti social di condivisione come Facebook usano comunemente la descrizione dei tag di una pagina quando questa viene condivisa sui loro profili. Senza la meta descrizione dei tag, i social network possono utilizzare solo il primo testo che possono trovare. In base al primo testo sulla pagina, questo potrebbe non creare una buona esperienza per gli utenti quando incontrano i vostri contenuti condivisi sui social. – da MOZ

4) Usatela per “vendere” i Contenuti.

Anche se la Meta descrizione per sé non influisce sul posizionamento di una pagina web, gli effetti collaterali di una ben realizzata possono farlo; una meta descrizione ben scritta ha dimostrato di aumentare la percentuale di clic ed in alcuni casi il tempo trascorso sulla pagina web, e queste metriche giocano un ruolo importante nelle classifiche algoritmiche. – da Hallam

Che cosa rende “potente” una Meta Descrizione ?

Per ogni blog, pagina web e pezzo che scriviamo, seguiamo il modo migliore per creare una meta descrizione corrispondente. Ora che sapete il perché (vedete sopra), ecco il come:

1) Scrivete contenuti efficaci.

Scrivete una breve frase come anteprima del contenuto o raccontate al ricercatore perché dovrebbe leggere il vostro post. Date loro un chiaro vantaggio del cliccarci su e di leggere il vostro post, se necessario. Questa è la vostra occasione di vendere loro ciò che avete da offrire: dei contenuti di valore ricchi di informazioni. – da HubSpot

2) Usate 1 o 2 Parole Chiave.

Il tag del titolo e della meta descrizione devono includere parole chiave pertinenti al contenuto della pagina web che descrivono. Questo aiuta i motori di ricerca a capire su che cosa è la pagina web e ad indicizzare la stessa di conseguenza per parole chiave pertinenti o frasi chiave … Il meta tag description dovrebbe idealmente indirizzare una parola chiave univoca per ogni pagina web. Evitate di spammare e che ogni parola chiave compaia solo una volta. – da seoWorks

3) Mirate a 155 caratteri.

Google in realtà non misura secondo le persone ma secondo i pixel. Cioè una meta descrizione verrà tagliata dopo una certa larghezza. Il motivo per cui diciamo 155 caratteri è quello per dare un punto di riferimento che i professionisti del marketing dovrebbero rispettare. – da HubSpot

4) Evitate la duplicazione delle parole chiave.

A volte è utile avere un paio di termini descrittivi nel titolo, ma non c’è alcun motivo di far sì che le stesse parole o le stesse frasi compaiano più volte. Una meta descrizione come “Foobar, foo bar, foobars, bar foo” non aiuta l’utente, e questo tipo di farcitura delle parole chiave può far sembrare spam i vostri risultati a Google ed agli utenti. – da Google Support

5) Eliminate i caratteri non alfanumerici.

I motori di ricerca individuano i caratteri non alfanumerici, come trattini, oltre a segni e virgolette, come codici HTML, e come tali non potrete utilizzare la descrizione come intendete usarla. E’ meglio se vi attenete ad un testo normale quando si tratta di meta tag description … Tutte le volte che le virgolette sono utilizzate in una meta descrizione, Google la interrompe. Per evitare che le meta descrizioni vengano tagliate, è meglio rimuovere da queste tutti i caratteri non alfanumerici. – da MOZ

Per riassumere le caratteristiche di una vera e potente meta descrizione, lasciamo l’ultima parola a Google :

“Usate descrizioni di qualità. Infine, assicuratevi che queste siano veramente descrittive. Dal momento che le meta descrizioni non vengono visualizzate nelle pagine che l’utente vede. è facile che questo contenuto passi inosservato. Ma le descrizioni di alta qualità possono essere visualizzate nei risultati di ricerca di Google, e possono fare molto per migliorare la qualità e la quantità del traffico di ricerca “.

L’eccezione.

Diventando più anziani (e più saggi, naturalmente) troviamo che c’è un’eccezione ad ogni regola. Le Meta descrizioni non sono diverse. Ci sono casi in cui una meta descrizione non sia necessariamente determinante. Tuttavia, come abbiamo osservato in precedenza, la logica convenzionale concorda che ogni saggio dovrebbe generalmente scrivere una buona meta descrizione per ogni pagina. Ecco il “ma”, via MOZ

Se la pagina si rivolge al traffico a lunga coda (tre o più parole chiave) a volte può essere più saggio lasciare che i motori estraggano il testo in questione da loro stessi. La ragione è semplice: quando i motori tirano fuori i risultati, mostrano sempre le parole chiave e le conseguenti frasi che l’utente ha cercato. Se un webmaster forza una meta descrizione, potrebbe sminuirne l’importanza che i motori le danno naturalmente.

Sembra difficile, ma è abbastanza semplice. Se disponete di una pagina che elenca diversi articoli (pensate ad un blog o ad un archivio di newsletter o a qualcosa come “il carrello” se siete un’azienda di e-commerce), potrebbe essere giusto rinunciare alla meta descrizione. In caso di dubbio, passate il tempo a scrivere una frase accattivante o due e sentitevi sicuri che le persone giuste trovino le giuste informazioni da voi, al momento giusto.

(Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://blog.hubspot.com/marketing/meta-descriptions

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed