Gli errori da evitare quando create il vostro brand

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing errori brand

Se state cercando un lavoro o volete dare al vostro brand una personalità con una significativa presenza sul web, avete una battaglia tutta in salita davanti a voi. Internet è pieno di gente e di prodotti che già fanno quello che volete fare voi, più o meno. Per creare un posto per voi nel cuore, nella mente e nei portafogli delle grandi masse, avete avuto occasione di distinguervi in diversi modi. E state per fare alcuni errori lungo la strada. Alcuni di questi errori potrebbero rimanere, altri potrebbero scomparire. Altri ancora potrebbero essere dimenticati per lungo tempo, solo per emergere anni dopo lungo la strada nel momento peggiore possibile. Conoscere quali sono e trattarli di conseguenza è la chiave per il successo a lungo termine nella vostra crescita come azienda o come una personalità. Ecco i diversi tipi di errori e come comportarsi con loro.

1) Il fuoco di paglia. La maggior parte dei vostri passi falsi saranno di questo tipo. Basta guardare la candidatura presidenziale di Donald Trump per capire come gli errori del passato non siano necessariamente un male, se avete i soldi e l’ego sufficiente per ignorarli. La maggior parte degli errori non si ritorceranno del tutto contro di voi. Questa è una cosa importante da realizzare. Per quanto riguarda Internet, tutto ciò che è passato di mente per 48 ore o più è una notizia vecchia. In un mondo in cui ogni possibilità è a pochi clic di distanza, state annaspando con degli sforzi per crearvi un posto che sarà rapidamente dimenticato. Fatevi crescere una pelle più spessa, concedetevi una pausa e andate avanti.

2) La crescente preoccupazione. Naturalmente, alcuni errori su internet divampano in scandali. Se ne avete uno che sta crescendo nella vostra azienda, è il momento di valutare la situazione con realismo. I problemi più gravi hanno a che fare con l’erosione della vostra reputazione. Se la gente pensa che la vostra impresa non possa essere attendibile, questa percezione avrà un impatto corrosivo sulla vostra capacità di crescita. La competizione che Internet rende possibile alle aziende di tutti i tipi fa in modo che esse siano sempre più orientate verso il consumatore. Una buona reputazione della vostra gestione aziendale può essere la cosa più giusta per smussare alcuni dei suddetti problemi. Diciamo, per esempio, che avete avuto una valanga di servizi scadenti diversi mesi fa, quando il fornitore dei trasporti ha cessato l’attività. Il passaparola negativo online può inasprirsi e crescere e può essere davvero utile avere un’azienda dalla buona reputazione per contribuire a scacciare via alcuni problemi prima che si sviluppino in grossi problemi. Ciò è particolarmente appropriato se al problema è stato posto rimedio da allora.

3) Le vecchie notizie. Se un problema dimenticato dal passato torna a ritorcersi contro di voi, prendetevi la responsabilità necessaria e tirate dritto. Resistete alla necessità di stare sulla difensiva. Il vostro futuro successo dipende dalla vostra capacità di agire come un adulto durante uno scandalo e dimostrare il vostro valore correggendo il misfatto e andando avanti.

Avrete una maggiore possibilità di successo se fate crescere la vostra azienda gestendo bene i vostri errori. Attenetevi a questo e nulla vi impedirà di raggiungere i vostri obbiettivi.

(Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://www.socialnomics.net/2016/03/31/making-mistakes-in-the-establishment-of-your-brand/   (Articolo non più presente nel sito)

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed