Come costruire un sito web da soli

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Costruire sito web

Ci sono molte ragioni per cui è bene che abbiate il vostro sito web. Oltre a condividere le vostre idee ed i vostri pensieri con il mondo, avere il proprio sito può aiutarvi anche professionalmente, perché è molto più dinamico e contiene molte più informazioni del vostro curriculum medio o del vostro profilo su LinkedIn, nel caso in cui un potenziale datore di lavoro voglia saperne di più su di voi e sulle vostre abilità. I programmatori, i designer, i fotografi, gli scrittori, i professionisti del content marketing e parecchi altri professionisti possono trarre benefici dall’avere un sito web notevole. E ci sono moltissime opzioni che potete esplorare se lo volete costruire. Potete scegliere tra migliaia di diversi modelli già pronti online, che si basano su piattaforme di blogging collaudate come Blogger, WordPress, Tumblr o Medium, o potete assumere anche un web designer che ve lo costruisca, ingaggiando o qualcuno che conoscete già o un libero professionista online. Tuttavia, non vi è alcun motivo per cui non dovreste costruire quel sito web da soli. Anche se la prospettiva di realizzarlo potrebbe sembrare scoraggiante ed intimidatoria per la maggior parte delle persone, non avete bisogno di possedere una vasta conoscenza del web design, HTML, CSS o Java per essere in grado di costruirlo. Qui vogliamo condividere tutti i passaggi che dovreste intraprendere per fare questo.

1. SCEGLIETE L’HOSTING E IL NOME DEL DOMINIO.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, potete scegliere di creare un blog con WordPress, Blogger o qualsiasi altro, ed usarlo come il vostro sito web, ma ci sono così tanti benefici su cui potete contare se decidete di costruire un sito auto fornito. Prima di tutto, sarete in grado di farlo apparire e funzionare solo nel modo in cui vi piace, vi verrà fuori come più professionale e capace, perché avete messo del tempo e della fatica per farlo. Non avete idea di quanto sia stato facile per noi per creare il nostro sito web. Prima di poter iniziare a fare qualsiasi cosa, è necessario che decidiate il un nome di dominio per il vostro sito. Se il vostro obbiettivo è quello di costruire un sito web che presenterà voi e le vostre abilità professionali, l’opzione più ovvia e ragionevole sarebbe quella di utilizzare il proprio nome, seguito da .com. Tuttavia, se il nome è Mario Rossi, il dominio sarà probabilmente già preso, ma potrete aggiungere l’iniziale del secondo nome, o creare un gioco di parole con il vostro nome. Si prega di evitare l’uso di escamotage come molti trattini e le parole che siano troppo lunghe o troppo difficili da pronunciare. Dovete pensare al SEO ed anche alla visibilità nella ricerca, motivo per cui utilizzare un nome originale può anche funzionare a vostro favore, dal momento che lancerà il vostro sito web nella parte superiore dei risultati di ricerca di Google.

Il prossimo passo è acquistare il vostro nome di dominio e scegliere un servizio di hosting. Ora, mentre non c’è nulla di sbagliato a scegliere un sito web WordPress gratis se siete a corto di contanti, ma la scelta di un servizio di hosting a pagamento, come ad esempio HostGator, è una scelta di gran lunga migliore, perché è economico, affidabile e potete utilizzarlo per installare WordPress, che è molto popolare in questo momento.

2. INSTALLATE WORDPRESS E CREATE IL VOSTRO SITO WEB.

Sebbene la maggior parte della gente pensi a WordPress come ad una delle piattaforme di blogging più popolari, la sua versatilità e la sua potenza lo rendono la soluzione ideale per la costruzione di siti web. Ma soprattutto non richiede la conoscenza di HTML o qualcosa di simile, anche se è sempre meglio utilizzarlo se lo conoscete, e ci vogliono circa 5 minuti per l’installazione, o anche meno se si utilizza la funzione di installazione veloce di HostGator . Per quanto riguarda WordPress stesso,è molto facile da usare e semplice per la navigazione, dato che tutto ruota intorno alla sua famosa bacheca (Dashboard in origiale, N.d.T.). Una volta installato ed effettuato l’accesso, noterete vari link alla sinistra. Diamo un’occhiata ad alcuni di questi per un momento.

  • Dashboard – Farete molto affidamento su questa sezione, dal momento che ha quasi tutti i widget di cui avrete mai bisogno per realizzare il vostro sito web.
  • Articoli - Se desiderate cambiare il contenuto esistente modificando i messaggi che sono già pubblicati, o crearne completamente dei nuovi, questa sezione è dove accade il tutto. La utilizzerete tantissimo.
  • Media – Questa sezione si comporta come una libreria multimediale del vostro sito web, e contiene tutti i file multimediali caricati finora. Potete facilmente caricare nuovi elementi ed aggiungerli ai vostri post con un solo clic.
  • Pagine – Mentre utilizzerete “Articoli” per creare nuovi articoli sul blog, utilizzerete questa funzione per creare più sezioni permanenti del vostro sito web, come ad esempio la Homepage, Dicono di me, Contatti, News ed altre pagine che andranno a comporre la navigazione del sito.
  • Commenti – Certo, è facoltativo avere commenti sul vostro sito web, ma se decidete di averli, questo è il posto in cui potete visualizzarli.
  • Aspetto – Tutte le opzioni e le impostazioni, di cui avrete bisogno per personalizzare l’aspetto e la funzionalità del vostro sito web, come ad esempio temi, widget e menu, possono essere trovate in questa sezione.
  • Plugin – Ciò che rende WordPress una piattaforma così popolare è la sua capacità di gestire una vasta gamma di plugin, che possono aiutarvi ad espandere le funzionalità del vostro sito web e a trasformarlo in qualcosa di completamente diverso.
  • Impostazioni – Questa sezione contiene tutte le principali impostazioni che sono necessarie per configurare il vostro sito web.

Ora diamo inizio alle danze. Andate alla sezione Pagine e fate clic sul pulsante chiamato Aggiungi nuovo. E’ così semplice come sembra. Inserite il titolo desiderato e la pagina è stata creata. Come potete vedere, WordPress fornisce anche un sacco di strumenti di editing che funzionano più o meno nello stesso modo degli strumenti di Microsoft Word, in modo che siate subito pronti a modificare e a modellare i vostri contenuti. Potete anche inserire i file multimediali facendo clic sul tasto Aggiungi media. Una volta che siete soddisfatti del modo in cui la pagina appare, è sufficiente che facciate clic su Pubblica, e il gioco è fatto.

3. SCEGLIETE UN TEMA.

Uno dei motivi per cui non è necessario che conosciate alcun linguaggio HTML o CSS è perché esiste un gran numero di temi già progettati per WordPress, sia gratuiti che a pagamento, che possono essere installati facilmente e possono essere personalizzabili all’infinito, in modo che possiate costruire un sito web proprio come l’avete immaginato. Personalmente, pensiamo che i temi a pagamento non siano sempre la strada da percorrere, dal momento che ce ne sono tantissimi gratuiti che sono belli e funzionali allo stesso tempo. Ma, tutto dipende da quale sia la vostra nicchia e da ciò che volete raggiungere con il vostro sito, pertanto alcuni temi potrebbero funzionare meglio di altri.

CONCLUSIONE

Come potete vedere, la creazione fai da te di un vostro sito web non è più riservata ai fanatici del computer. Ora potete costruire un sito web funzionale e di grande impatto visivo con un minimo sforzo, che poi potrete ampliare e migliorare man mano che la vostra conoscenza del web design cresce. E vi assicuriamo che, una volta che diventerete esperti, non sarete in grado di fermarvi. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://marketinginsidergroup.com/content-marketing/how-to-build-a-website-yourself/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed