SEO: come affrontare l’aumento dei Google Ads

S4P MARKETING CONSIGLIA.

Subito dopo la mossa di Google di aumentare gli annunci nella parte superiore delle pagine dei risultati di ricerca, quando sono stati rimossi gli annunci laterali, molti si stanno concentrando sull’impatto nella pubblicità a pagamento: aumento del costo per clic, aumento della concorrenza e simili. Tuttavia, anche la ricerca organica ne viene influenzata. Dedicare più posto sulle pagine dei risultati alla pubblicità restringe lo spazio già esile per i risultati organici.

A metà febbraio, Google ha annunciato che stava per cambiare i risultati delle ricerche sul desktop per allinearli più strettamente con il layout verticale e sottile degli smartphone. Secondo la dichiarazione ufficiale dell’azienda, “Abbiamo testato questo layout per un lungo periodo di tempo, per cui alcune persone potrebbero vederlo in un piccolo numero di query commerciali. Continueremo a fare modifiche, ma questo è stato progettato per le query altamente commerciali in cui il layout possa essere in grado di fornire risultati più rilevanti per coloro che effettuano la ricerca e possa offrire migliori prestazioni per gli inserzionisti “.

Il cambiamento del layout dei risultati di ricerca su desktop di Google include:

  • Consegnare fino a quattro annunci di testo – più del precedente numero massimo di tre – in cima ai risultati di ricerca del desktop per “query altamente commerciali;”
  • Rimuovere gli annunci di testo dal lato destro dei risultati di ricerca consegnati ai cercatori tramite desktop;
  • Consegnare un massimo di tre annunci di testo nella parte inferiore dei risultati di ricerca su desktop.

Il risultato finale di questi cambiamenti è che i risultati organici di ricerca verranno inseriti entro un massimo di sette annunci di testo. Gli annunci in fondo sono una minore preoccupazione per la visibilità della ricerca organica. Ma la prospettiva del primo risultato di ricerca che visualizza quattro annunci di testo, così come qualsiasi altro modulo di pubblicità organiche o pagate che Google visualizza, significa che anche il primo risultato della ricerca potrebbe essere visualizzato sotto la linea di scorrimento in alcune ricerche. I cercatori potrebbero dover scorrere per vedere anche il primo risultato della ricerca organica in alcuni casi. In altri casi, solo i primi uno o due risultati di ricerca sarebbero visibili nella prima schermata dei risultati del desktop.

Ad esempio, i risultati di ricerca che seguono mostrano alcuni esempi di quello che Google considera “query altamente commerciali”, in cui vengono visualizzati quattro annunci di testo nella parte superiore della pagina.

S4p Marketing 4ads
L’esempio a sinistra, per “Hotel a New York”, mostra annunci ed un pannello di ricerca locali, ed entrambi portano i risultati verso il basso oltre la linea di scorrimento per i cercatori. Per la ricerca sugli “e-book” mostrata sopra a destra, il primo risultato è pienamente visibile nella parte inferiore e Amazon fa appena capolino oltre il bordo inferiore della pagina in vista. Tutto il resto richiede uno scorrimento.

Il vecchio paradigma di ottimizzazione dei motori di ricerca, in cui classificandovi tra i primi cinque posti in un’unica pagina avreste guadagnato un po’ di visibilità, è diventato obsoleto. Ma questo nuovo cambiamento rende la concorrenza ancora più difficile mettendo principalmente il valore del SEO sulla prima e forse sulla seconda lista dei risultati di ricerca.

I risultati più comuni di ricerca ad alto valore per l’e-commerce potrebbero sembrare come gli esempi che seguono, con un mix di annunci con scheda sul prodotto (ASP), annunci di testo e risultati di ricerca organici.

s4p marketing ecom

Si noti, tuttavia, che anche in questi esempi solo i primi uno o due risultati organici di ricerca vengono mostrati. All’incirca la stessa quantità di spazio sulla pagina viene riempita dalla pubblicità, come avviene con quella che mostra quattro annunci di testo. In alcuni casi in cui la query di ricerca può essere mista di informazioni e di intenti commerciali, Google potrebbe ancora mostrare gli annunci nella parte destra, ma solo con una scheda di prodotto o, eventualmente, gli annunci nei pannelli di conoscenza, che sono dei riquadri con le informazioni specifiche aziendali che appaiono alla destra del risultati di ricerca.

Gli annunci di testo a pagamento non vengono visualizzati nella parte destra. Ad esempio, una ricerca come quella in basso a sinistra per “vitamina C” potrebbe indicare un desiderio di acquistare una vitamina o il desiderio di saperne di più sui suoi benefici e sui suoi rischi per la salute. Ma Google ha stabilito che la ricerca di “siero di vitamina C “, a destra, in basso, ha più un intento commerciale e mostra quindi più annunci in una sola fila verticale senza la parte destra.

s4p marketing vitamincserp

Può sembrare come se non ci fosse niente che potete fare. Google ha tutto il mazzo di carte perché solo lui controlla il design della pagina dei risultati di ricerca. Questo è vero. Ma potete controllare la vostra strategia di marketing. Di seguito ci sono alcune opzioni che i professionisti del marketing devono fare per migliorare le prestazioni complessive in base alle modifiche di Google nei risultati di ricerca su desktop.

  • Classificatevi al primo posto. Mi dispiace, ma è vero. Otterrete più visibilità se adotterete delle strategie per declassificare la concorrenza.
  • Spostatevi in cima al secondo scorrimento. La migliore possibilità che avete nei risultati di ricerca organici, quando non potete essere visti sulla prima pagina, è quello di essere nella seconda.
  • Focalizzatevi su meno “query altamente commerciali.” Invece di concentrarvi su ciò che non avete, concentratevi su ciò con cui potete vincere. Identificate le query di ricerca che siano utili alla vostra azienda, che non attivino un gran numero di annunci e concentratevi più pesantemente su quelle.
  • Create dei contenuti per mirare alle query di ricerca informative. L’elevato volume di annunci è focalizzato sulle query di ricerca commerciali. Aggirate quel blocco generando contenuti che rispondono alle domande che fanno i clienti, che offrano consigli che vogliono o che diano loro gli strumenti di cui hanno bisogno per fare l’acquisto giusto. Date loro qualcosa, insieme ad un piccolo invito all’azione o ad un percorso non forzato per l’acquisto e potete crearvi dei clienti fedeli, così come migliorare le prestazioni del SEO.
  • Partecipate ai PLA (Product Listing Ads, Annunci con scheda di prodotto, N.d.T.). Se non potete batterli, unitevi a loro. Gli annunci con scheda di prodotto stanno diventando la base dei risultati di ricerca per  l’e-commerce. Sono visivamente interessanti e sono sempre nella parte superiore della pagina. Se potete, offrite prezzi competitivi, i PLA possono essere un’opzione.
  • Equilibrate strategicamente il budget per le ricerche a pagamento. Questo è un dilemma interessante perché la risposta non è quella di spendere sempre di più, dove non potete guidare organicamente le prestazioni. Questa è spesso una buona strategia, ma il contrario può essere altrettanto efficace.

L’immagine del secondo esempio sopra mostra un risultato di ricerca per “pistola a chiodi”. Si noti che Home Depot si classifica organicamente al primo posto. Questa si è anche garantita l’unico annuncio di testo. Home Depot è rappresentata anche nei PLA. Ci sono alte probabilità che questa azienda stia per vendere più pistole sparachiodi basandosi su questa pagina dei risultati di ricerca rispetto ai suoi concorrenti, semplicemente perché si trova ovunque un ricercatore possa cliccare.

(Traduzione e adattamento di L.M.)

Fonte: http://www.practicalecommerce.com/articles/120725-SEO-How-to-Combat-Google%E2%80%99s-Ad-Increase

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed