6 suggerimenti su come scrivere un’email di B2B Marketing di successo‬

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Email marketing B2B

Che ci crediate o no, l’e-mail è ancora, di gran lunga, uno dei modi più efficaci di generare contatti commerciali per il B2B. Detto questo, l’e-mail è anche uno dei più difficili canali di content marketing da padroneggiare. Inviate il titolo sbagliato o dimenticate di mettere a formato correttamente, ed immediatamente sarete colpiti da una richiesta di rinuncia all’iscrizione. Non lasciate che la vostra e-mail venga messa da parte, lasciatela nella Posta in arrivo e lontana dalla cartella SPAM attraverso la creazione di campagne creative, personali e convincenti di email marketing.

Di seguito ecco 6 dei nostri migliori suggerimenti.

1. CONOSCETE IL VOSTRO PUBBLICO.

Assicuratevi di inviare e-mail mirate che gettino le basi descrivendo alcuni punti deboli convincenti, possibilmente sentiti dai vostri lettori. Poi, rivelate come solo la vostra azienda possa capire come risolverli prima di loro. Infine, terminate con un chiaro invito all’azione che descriva come la vostra impresa possa aiutarli a risolvere il loro problema.

2. NON SIATE DEI ROBOT.

Personalizzate le vostre email. Date loro personalità, sfrontatezza e non dimenticate l’umorismo. Le campagne automatiche di e-mail di solito sembrano generiche o come se un robot le avesse scritte. Fatele migliori di quelle. Scrivete un’email che vorreste leggere e guardate i tassi di CTR salire.

3. CREATE UN’URGENZA.

Al fine di portare i lettori ad agire, dovete presentare un’urgenza. Dopo aver fatto loro sapere che capite la loro situazione e di avere quello di cui hanno bisogno, dovreste sottintendere di agire immediatamente. A meno che la vostra lettera non ponga l’accento sull’”adesso”, potrebbero non agire affatto. Tutto ciò che riguarda l’email dovrebbe puntare verso la chiamata all’azione.

4. UTILIZZATE UN INVITO ALL’AZIONE (CTA).

Posizionate il CTA da qualche parte dopo il punto iniziale, e poi ripetetelo vicino alla fine. Assicuratevi che sia chiaro, conciso ed irresistibile nel design in modo che costringa il lettore ad effettuare l’azione desiderata.

5. FATELA SEMPLICE.

Il tempo è denaro e le email dovrebbero avere non più di 200, massimo 250, parole di lunghezza. Ricordate, la vostra non è l’unica e-mail che raggiunge la casella di posta del vostro lettore di oggi, allora rendetela chiara, concisa e convincente.

6. RENDETELA LEGGIBILE.

Mantenete le email coinvolgenti e leggibile utilizzando brevi parole descrittive che dipingano bene la scena e creino urgenza. Mantenete brevi i vostri paragrafi e ricordatevi di fare buon uso di “spazi bianchi” per rendere la vostra e-mail più facile da leggere.

La creazione di messaggi di posta elettronica per generare dei contatti commerciali comporterà parecchi tentativi ed errori, e richiederà una grande quantità di test A/B ed un occhio attento sulle vostre analitiche, ma non scoraggiatevi. Continuate a perfezionare il vostro approccio, i vostri discorsi ed il design complessivo, dal momento che potrete sempre migliorare. Potete anche provare a mettervi nei panni del lettore ed a pensare a che tipo di messaggio potrebbe costringerlo a fare il passo successivo. Buona fortuna con le vostre iniziative di email marketing B2B!

Avete delle storie interessanti utile o incoraggianti sull’e-mail marketing B2B? Condividetele con noi nei commenti qui sotto.

(Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://marketinginsidergroup.com/content-marketing/6-tips-writing-effective-b2b-lead-generation-email/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed