La psicologia della condivisione sui Social Media

S4P MARKETING CONSIGLIA.

s4p Marketing psicologia condivisione social Media

Perché le persone condividono i contenuti? E’ una domanda semplice, ma che probabilmente non hanno mai considerato. Quando scavate nel profondo, sotto gli strati evidenti, ciò che scoprirete è in realtà molto interessante ed un po’ sorprendente. Dal punto di vista del marketing, questo cambierà radicalmente il modo in cui vi avvicinate ai social media ed alla diffusione di contenuti. Ci sono molte scuole differenti di pensiero riguardo la psicologia del motivo per cui le persone condividano le cose sui social media. Forse lo studio più affascinante è stato condotto da The New York Times Customer Insight Group. Questo studio ha trovato che le persone condividono le cose per cinque motivi comuni:

  • Per mostrare agli altri contenuti di valore e divertenti.
  • Per definire sè stessi agli altri.
  • Per crescere e rafforzare delle relazioni.
  • Per la realizzazione di sé.
  • Per informale le persone sui brand o sulle cause che a loro piacciono o che supportano.

In altre parole, la gente condivide i contenuti sia perché stima le persone di cui si circondano, sia perchè vogliono elevare il proprio status od aiutare amici e coetanei a migliorare la propria vita.

I tipi di contenuti che vengono condivisi.

Ora che abbiamo capito il “perché” dietro la condivisione di contenuti, è importante andare a fondo nella “cosa”. In altre parole, quali contenuti condividono le persone sui social media? Secondo Chadwick Martin Bailey e iModerate Research Technologies, la gente condivide principalmente dei contenuti relativi a:

  • Un membro della famiglia o un amico (81%);
  • Una foto o un video di famiglia (80%);
  • Video divertenti (63%);
  • Coupon e sconti (54%);
  • Notizie e post dei blog (53%).

Dal momento che molto probabilmente non potete inserirvi in queste cose come i membri della famiglia e gli amici, ciò vi lascia a concentrarvi sui video divertenti, sui coupon e sugli sconti, sulle notizie e sui post dei blog. E nella maggior parte dei casi, andate a concentrarvi sull’ultimissima categoria: le notizie ed i post dei blog. Quindi concentriamoci su alcune sottocategorie di base all’interno di questa categoria generale:

1. Contenuti educativi (How-To e insegnamenti).

Alcuni dei contenuti di maggior valore si presentano sotto forma di materiale didattico, come webinar, guide, articoli how-to ed altre forme di apprendimento molto diffuse. Uno dei modi migliori per sfruttare in modo efficace i contenuti educativi consiste nella creazione di una sezione sul vostro sito web che sia dedicata all’insegnamento. Potete vederne un esempio in pratica studiando RJO Futures’ Learning Center: questo accorpa articoli, guide e webinar in una singola destinazione accessibile.

2. Listicle interessanti.

Scorrete il feed di Facebook in un qualsiasi momento e vedrete un flusso infinito di listicle (una miscela  tra una lista ed un articolo, N.d.T.). Questi articoli possono essere divertenti, seri o ingegnosi, in realtà non sembra avere importanza. Indipendentemente dal tema, la gente ama leggere e condividere gli articoli con degli elenchi numerati. Per qualche ragione, sembrano più facili da assimilare. Ecco un esempio di listicle che è stato condiviso tantissimo sui social media.

3. Infografiche.

Infine, le infografiche funzionano molto bene in termini di condivisione sui social. La ragione è che le persone hanno la possibilità di consumare i dati in un formato non ostile, che permetta loro di comprendere argomenti in modo approfondito. Non solo le infografiche vengono condivise dai clienti, ma troverete anche che altre aziende nel vostro settore lo fanno. In altre parole, i benefici sono duplici. Ecco un buon esempio di un’efficace infografica che ha fatto il giro su Facebook.

Rendete i contenuti maggiormente condivisibili.

Come è il vostro contenuto in termini di condivisioni sui social? Se non state ricevendo i risultati desiderati, allora probabilmente non state capendo il vostro pubblico. Studiate davvero il pubblico e concentratevi su ciò che sia attraente per le loro esigenze, senza costringerli a soddisfare le vostre aspettative, ed avrete molto più successo. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://socialnomics.net/2016/08/23/why-do-people-share-content-a-look-at-the-psychology-of-social-sharing/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed