I 5 errori di marketing da evitare su WeChat

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing 5 errori marketing WeChat

Il lancio di WeChat nel 2011 ha aperto una porta senza precedenti per  la comunicazione diretta con i consumatori. I professionisti del marketing sono stati rapidi a riconoscere il potenziale di questa piattaforma e, oggi, WeChat vanta più di 12 milioni di account ufficiali dei brand, frequentati da un numero impressionante di utenti attivi al mese: 800 milioni. In soli cinque brevi anni, WeChat si è evoluta da semplice applicazione di messaggistica istantanea ad un vero e proprio strumento di “vita quotidiana”. Oltre il 61% degli utenti consultano la piattaforma più di 10 volte al giorno per fare di tutto, dalla chat con gli amici e con la famiglia, a pagare le bollette ed acquistare i prodotti dai loro marchi preferiti.

Nonostante la sua importanza, WeChat è ancora per molti una piattaforma ingannevole. Non abbiamo alcun equivalente occidentale (anche se Facebook ed Apple stanno cercando di cambiare la situazione) e la natura chiusa della piattaforma, assieme alla barriera linguistica, aggiungono sfida alla sfida. Così, mentre si è rapidamente evoluto il modo in cui i consumatori interagiscono con la piattaforma, molti brand devono ancora ottimizzare la loro strategia per rispondere a queste tendenze di consumo che cambiano.

Di seguito ci sono i cinque errori più comuni che i professionisti del marketing stanno facendo su WeChat:

1. Zero targeting.

La Cina è un vasto mercato con una base di consumatori che varia notevolmente da provincia a provincia. I brand che entrano nel mercato cinese con un approccio unico per tutti vedranno molte meno conversioni di quelli che fanno lo sforzo di creare dei contenuti su misura per specifici gruppi di utenti. In effetti, una delle chiavi per il dominio continuo di WeChat è che Tencent ha sempre dato priorità all’esperienza dell’utente. Limitare il numero di notifiche tutti i giorni dai marchi mantiene l’integrità della messaggeria istantanea di questa piattaforma. Così lottate per la qualità non per la quantità e fate in modo che ogni comunicazione abbia valore, mediante l’attuazione di una strategia di contenuti mirati sulla base di una premurosa segmentazione della clientela.

2. Non sfruttare i propri influenzatori.

Grazie alle soluzioni di CRM avanzate sui social di oggi, possiamo ora identificare i membri più attivi ed influenti su un account. In un mercato in cui i KOL principali possono caricare migliaia di dollari su un post ed i consumatori sono fortemente influenzati dalle raccomandazioni dei loro coetanei, questa informazione vale il suo peso in oro. I brand che fanno lo sforzo di individuare e di premiare i membri più attivi potranno raccogliere delle ricompense nel modulo della fidelizzazione del cliente.

3. Nessun mobile commerce.

Entro la fine del 2015, Tencent ha riferito che più di 200 milioni di utenti avevano collegato una carta di credito al loro portafoglio di WeChat, un portafoglio a cui hanno generosamente attinto nel Nuovo Anno Cinese. Durante le vacanze, il numero di transazioni sulla piattaforma ha raggiunto gli 8 miliardi di CNY in un semplice lasso di tempo di 4 giorni. Per vederla in prospettiva, questo ha fatto più transazioni mobili di PayPal in tutto il 2015. Se questo non è un motivo sufficiente per considerare il pagamento tramite WeChat, ricordate che questo è lo stesso portafoglio a cui i clienti attingeranno virtualmente quando faranno acquisti nel vostro (e)store.

4. Non investire in tecnologia digitale.

Molti marketer stanno ancora canalizzando il loro budget nella pubblicità digitale invece che nella tecnologia digitale. Per i brand, che vogliano fare il salto dall’utilizzare WeChat semplicemente come un’altra piattaforma passiva di messaggistica allo sfruttarla come strumento di CRM Social in cui si è evoluta, vi è una reale opportunità di vincere dei clienti e, si spera, di influenzare gli acquisti.

5. Non monitoraggio della concorrenza.

Tenere d’occhio la concorrenza è fondamentale per acquisire una comprensione più olistica delle prestazioni degli account. Come professionisti del marketing siamo spesso così concentrati sulle nostre prestazioni al punto di perdere di vista il quadro generale, che è la chiave per comprendere il mercato nel suo complesso ed identificarne le minacce e le opportunità. La natura chiusa di WeChat rende il monitoraggio dei concorrenti ancora più difficile. Una soluzione ufficiale per il monitoraggio degli account [...] permette ai marketer di monitorare i propri account, di fare un confronto dei concorrenti e di tenere traccia delle tendenze tutto da un unica bacheca bilingue.

Evitate oggi questi errori attraverso l’investimento in una soluzione di monitoraggio ufficiale degli account e non perdete mai di vista le tendenze del settore ed anche la concorrenza. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://jingdaily.com/the-5-mistakes-to-avoid-on-wechat/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed