SEO: 5 obiettivi per una campagna di successo

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing SEO 5 obbiettivi

Noi tutti dovremmo avere sentito parlare dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, una tecnica, o meglio una strategia, che si è evoluta nel corso degli anni ed è ancora in fase di numerosi importanti cambiamenti. Abbreviato giustamente col nome di SEO, tutto questo è un approccio preciso adottato dai siti web per ottenere una buona classificazione su motori di ricerca, preferibilmente su Google. Tuttavia, ogni campagna SEO deve essere diversa: in base alle esigenze, alle preferenze ed anche all’unicità. Detto questo, il nucleo di una strategia SEO rimane la stessa, indipendentemente dal settore o dagli esperti che la stiano gestendo. Se i precedenti sono stati erroneamente interpretati, una strategia SEO è destinata a fallire. Pertanto, è necessario che ci allineiamo con le zone di destinazione richieste e che seguiamo un approccio predefinito verso l’ottimizzazione per i motori di ricerca. I professionisti del marketing o gli imprenditori, che stanno cercando di iniziare con una campagna SEO, dovrebbero prendere nota di almeno 5 aree di obiettivi, al fine di iniziare bene.

In questo post, discuteremo delle aree chiave relative all’ottimizzazione sui motori di ricerca, precisamente 5 di esse.

Il Pubblico.

Fidatevi di me quando dico che c’è un pubblico per ogni azienda. Pertanto, la prima zona target deve riguardare la base di clienti per quel particolare settore. Tuttavia, selezionare il pubblico è in realtà la parte più difficile del lavoro se non sapete a chi poter soddisfare i bisogni. Il primo passo per raggiungere questa zona target deve essere la valutazione demografica. Le specifiche aziendali devono essere predisposte con largo anticipo prima che offrano i servizi ai potenziali clienti. Ci sono molte questioni che devono essere risolte al fine di valutare perfettamente il mercato. Alcune di queste includono specifici segmenti di mercato o concorrenti che stiano in realtà monopolizzando l’imbuto di vendita. Oltre ai dati demografici, gli strateghi hanno anche bisogno di prendere altri fattori in considerazione, comprese le preferenze selettive, la mentalità in evoluzione, la capacità di adattamento e le disposizioni degli utenti. Ad esempio, dovrete capire quale parte della base di clienti possa essere interessata ad utilizzare anche Kik online mentre l’applicazione sviluppata per Android sta andando bene sul Play Store. Allo stesso modo, che siano sviluppatori o produttori, nessuno dovrebbe prendere per scontato qualsiasi segmento aziendale, poichè il loro potrebbe essere un potenziale pubblico ad esso associati.

Nicchia.

Presumo che tutti voi dovete essere arrivati ad una conclusione per quanto riguarda la natura del business, da questo momento in questo articolo. Anche se generalizzare qualcosa per mirare al pubblico va bene, una nicchia ha bisogno di essere ricavata da quell’idea generale, per crescere e diventare grande. Ad esempio, i nomi più importanti hanno già monopolizzato il settore del fitness oltre l’immaginazione e se avete intenzione di iniziare con le stesse vecchie basi, ci vorranno anni prima che siate pari a loro. Tuttavia, ricercare una specifica nicchia all’interno del fitness è quello che potrebbe funzionare bene per voi. Cercate qualcosa che sia debolmente contesa e difficilmente visibile, pur essendo un settore specializzato. Potete inoltre offrire delle idee uniche al pubblico, sulla base delle esperienze personali o professionali. L’aggiunta di qualcosa di unico per la strategia editoriale di contenuti può anche rivelarsi utile.

Parole Chiave.

Ovunque si parli di una campagna di SEO, le parole chiave devono essere discusse in ogni dettaglio. Nonostante sia uno degli aspetti più influenti dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, il concetto di parole chiave è di solito frainteso. Dopo l’ultimo aggiornamento “Colibrì”, l’attenzione si è spostata verso la semantica e gli argomenti dei contenuti, rendendo le keyword più importanti. L’idea ora è di trovare l’equilibrio tra le parole chiave ricche di volume di ricerca e quelle a bassa concorrenza. Dovete optare per le parole chiave specifiche di nicchia che siano molto importanti per il pubblico. In questo momento, non si tratta di esagerare nell’inserire queste entità nei messaggi per una migliore visibilità. Questa è una zona obiettivo che subisce frequenti cambiamenti quando si tratta di metriche interne. L’anima della discussione, tuttavia, rimane la stessa.

Traffico.

Anche se il pubblico, la nicchia e anche le parole chiave possono massicciamente definire la vostra campagna SEO, la portata e l’intensità di esecuzione dipende dai livelli desiderati di traffico. Nonostante l’esecuzione sia importante, il traffico, essendo una zona target, definisce le angolature che devono essere prese dall’esperto o dalla società nel suo complesso. Un esperto di SEO potrebbe avere un’idea sulla natura dei contenuti ed anche sul target di riferimento, ma la campagna è incompleta senza l’obiettivo di fondo, cioè il traffico. Le dimensioni complessive possono quindi aiutare le aziende a ripartire di conseguenza le risorse.

Tasso di conversione.

Anche se il tasso di conversione non è direttamente collegato alla campagna di SEO, può avere importanti implicazioni sulle strategie globali. Tuttavia, vorrei chiarire che i tassi di conversione potrebbero non avere un impatto sulla classificazione nei motori di ricerca, neanche minimamente. Allora perché sono così importanti? La risposta a ciò è l’eventuale redditività, che subirebbe un duro colpo se la maggior parte il traffico sito web non venisse convertito in acquirenti. Ad esempio, se state rilevando un traffico giornaliero di oltre 5000 visitatori, in modo organico e nessuno di loro si stia in realtà convertendo, l’intera essenza di una campagna SEO colerà a picco. Alcuni potrebbero preferire di considerare i tassi di conversione come un’offerta complementare alla strategia di SEO. Tuttavia, preferisco includerli lo stesso come uno dei principali obiettivi, al fine di aumentare le vendite ed i risultati complessivi. D’altronde, alcuni trucchetti di SEO potrebbero anche contribuire a migliorare i tassi di conversione, tra cui test A/B e le pagine di destinazione mirate.

Conclusioni.

La maggior parte degli obiettivi sono difficili da definire e si consiglia di optare per un approccio basato sulla definizione degli obiettivi. Anche se ci vorrebbero un po’ di congetture, ci dovrebbe essere parecchia flessibilità quando si tratta di una campagna SEO. Nel caso di una campagna flessibile, le aziende possono modificare alcune sezioni o alcuni target basati sulla facilità dell’esecuzione. La lista che abbiamo appena illustrato, composta da 5 zone target, potrebbe non essere il corso perfetto per una campagna. Ma pone le basi per ogni piano di ottimizzazione sui motori di ricerca, a prescindere dalla sua penetrazione. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://socialnomics.net/2016/11/02/5-seo-targets-for-a-successful-campaign/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed