SEO: Come posizionarvi nella prima pagina di Google

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing SEO prima pagina Google

Uno studio condotto da Chitika mostra che i siti posizionati sulla prima pagina di Google ottengono una media del 91,5% del traffico. Il traffico diminuisce se vi spostate più in basso verso la seconda pagina. Questo in sostanza significa che se il vostro articolo o sito non è a pagina 1, dimenticatevi il 91,5% del vostro pubblico mirato. Questa è una cattiva notizia. A parte il traffico perso, ci sono diverse altre ragioni per desiderare l’ambìta prima pagina: una buona posizione dimostra che lo avete ottimizzato adeguatamente e che siete allo stesso livello delle grandi aziende nell’oceano di Google. Ciò significa anche più ricavi passivi per il vostro sito, e cos’è più importante di questo?

Come incrementare i vostri numeri.

Posizionate le vostre SERP.

Questo ha a che fare con i blog e con la creazione di contenuti: se il contenuto che create non è rilevante per la vostra nicchia, allora state sprecando il vostro tempo prezioso. Non porterà del traffico, quindi non farà la differenza, come avreste voluto. Il primo modo per scoprire se il vostro blog sia un successo o semplicemente una perdita di tempo è di avere le vostre SERP classificate da Mondovo. Questi non solo controllano il vostro sito, ma anche vi aiutano a spiare la concorrenza a distanza di sicurezza, in modo da poter intraprendere le azioni più appropriate per il vostro blog o per il vostro sito.

Ottimizzate nel modo più ideale.

Google utilizza un algoritmo per classificare le proprie pagine, pertanto voi potrete essere sulla prima pagina solo se il vostro articolo venga ottimizzato in maniera ideale. L’ottimizzazione ideale non significa solo spargere parole chiave per il vantaggio di incontrare la vostra densità mirata. Potreste anche essere penalizzati per un loro uso eccessivo. Il modo migliore per metter mano sulle parole chiave è attraverso l’ottimizzazione SEO, come richiesto dal motore di ricerca. Se padroneggerete l’arte dell’ottimizzazione, potrete solo atterrare sull’ambìta prima pagina.

Il contenuto è re.

Viviamo in un mondo di selettori, utenti che hanno ben poco tempo da trascorrere su un sito che non aggiunga valore. Il vostro contenuto dovrà inserirsi nella vostra nicchia affinché il pubblico di destinazione passi il suo tempo a leggerlo. Se i lettori non troveranno qualcosa di interessante in poche righe dell’articolo, si muoveranno verso la concorrenza. Se non potete scrivere in modo attraente, incaricate qualcuno a farlo per voi.

Utilizzate i Social.

Fate in modo che i social media lavorino per voi, allo scopo di promuovere il vostro sito e coinvolgere la vostra comunità. I social media si sono sviluppati e non sono più una semplice piazza per incontrarsi. Sono lo strumento di marketing più recente in circolazione. Utilizzano strumenti per monitorare le impressioni sulle vostre pagine social e per agire in base ai report ricevuti. Le analitiche vi aiuteranno a trovare i migliori modi per far sì che i social media lavorino per voi, come darvi l’idea di quale sia il momento migliore per postare sui social media e quando impegnarvi con la vostra comunità online.

In definitiva.

Potrebbero volerci alcuni giorni di tempo per padroneggiare l’arte del SEO, ma potrebbe portarvi davvero vicini ad attirare del traffico. La pazienza ed il sapiente utilizzo degli strumenti a disposizione per voi potrebbe essere il più grande mezzo di crescita per il vostro sito. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: http://socialnomics.net/2017/01/11/how-to-get-your-site-on-googles-page-one/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed