Content Marketing Localizzato: 3 idee da seguire

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Content Marketing Localizzato

Ci sono molteplici Piccole e Medie Imprese alla ricerca di modi per diversificare le loro strategie di content marketing. Ma, mentre molte di queste aziende guardano a nuovi argomenti o a nuovi modi di presentazione, alcune spesso sottovalutano una delle strategie più importanti e coinvolgenti: il content marketing localizzato.

Il content marketing localizzato semplicemente consiste nel dirigere le vostre attività verso il mercato di riferimento locale. E perché la maggior parte delle PMI operano a livello locale, tali strategie sono più simili al trovare un accordo con il loro pubblico. Quindi, che tipo di approccio dovrebbe utilizzare un’azienda per localizzare la sua strategia di content marketing? Ecco tre idee attuabili al fine di suscitare qualche ispirazione.

1. COSA STA SUCCEDENDO (O NON SUCCEDENDO)?

Questo primo punto potrebbe sembrare ovvio, ma è un po’ più facile a dirsi che a farsi. Si tratta di intrecciare alcune delle vostre attività di content marketing su eventi o avvenimenti locali. In ogni zona, di solito c’è qualcosa in corso. Come potreste inserirvi la vostra azienda? Se non si potesse adattare, potrebbe essere in sintonia con qualche altro avvenimento?

Ecco un esempio. Io vivo a Traverse City, in Michigan, dove ogni anno ospitiamo il National Cherry Festival. sebbene sia importante per l’economia locale, molti cittadini (me compreso) vedono un po’ negativamente tutta la situazione. Potrei avanzare innumerevoli idee che non necessariamente parlino del festival stesso, ma piuttosto delle sfide, dei mal di testa e di tutte le sfumature che ne derivano, come:

  • 5 suggerimenti per attraversare il traffico di Traverse City durante il Cherry Festival;
  • Guida per autoctoni su come evitare ogni evento del Cherry Festival;
  • 3 eventi che non centrino col Cherry Festival ma che offrano una fuga ideale per gli abitanti del posto.

Al contrario, e forse più interessante, è la produzione di contenuti su ciò che non stia accadendo. Gli inverni a Traverse City, per esempio, possono essere una vera seccatura. Gli abitanti del posto hanno bisogno di essere creativi con il modo in cui utilizzano il loro tempo durante quei giorni freddi e bui. Questo cambiamento di stile di vita può contribuire ad ispirare delle idee altrettanto impressionanti per il content marketing (vale a dire “i ristoranti Traverse City con la migliore selezione di whiskey”).

2. STUDI, STATISTICHE E DATI.

A seconda di dove si trovi un’azienda, ci possono essere alcuni studi interessanti che si svolgano sulla popolosa zona locale. Un esempio classico è guardare il mercato del lavoro locale nel vostro settore. Più si che no, ci sono degli studi annuali che osservano la crescita (o il declino) di lavoro locale in un determinato settore. Queste informazioni possono favorire grandi idee per i contenuti. Vale anche la pena controllare le fonti di notizie locali, sia online che su carta stampata. Anche se l’informazione potrebbe essere meno rilevante per la vostra azienda, a volte potrete estrarre i dati e le notizie che ispirino la creazione dei contenuti. Ecco un altro esempio veloce. Il mio datore di lavoro è una società di SEO con sede ad Atlanta ed uno studio ha recentemente presentato questa città come la quarta negli Stati Uniti per i lavori di SEO. Essendo la nostra zona quella tipica degli esperti di content marketing, la nostra azienda ha pubblicato uno studio su questa prospettiva.

3. AUMENTARE I CONTENUTI SUI SOCIAL MEDIA.

E’ uno scenario fin troppo comune quando un’azienda pubblica un contenuto strabiliante che poi diviene famoso. Qui è dove lo sfruttare i messaggi potenti e le altre forme di pubblicità sui social media possa essere molto efficace, soprattutto a livello locale. Non c’è dubbio che i social media siano una parte integrante del content marketing. Ma spesso la condivisione dei contenuti con i vostri follower esistenti non è sufficiente. Un investimento piccolo come 10 dollari può portare il vostro contenuto di fronte a centinaia di persone. Meglio ancora, le capacità di targeting sono impeccabili, quindi potrete esattamente connettervi con la tipologia di individui che desiderate vedano i vostri post. A seconda dell’azienda, il contenuto può essere sponsorizzato o potenziato su piattaforme social come Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e LinkedIn. Quindi non lasciate che il vostro contenuto impressionante passi inosservato. Sfruttate queste piattaforme come parte della vostra strategia di content marketing.

VALORE AGGIUNTO.

C’è molto da guadagnare con il content marketing localizzato. Per il SEO, la produzione di contenuti localmente rilevanti può aumentare l’autorità generale della vostra azienda per le query di ricerca geo-modificate. Per esempio, un’impresa che realizzi eventi nella Bay Area potrebbe coprire feste ed eventi specifici in cui possano offrire i loro servizi. Un semplice post sul blog come “ Eventi estivi 2017 a San Francisco” potrebbe aiutare il loro sito web a classificarsi per parole chiave come “eventi estivi San Francisco”. Non solo il post sul blog aiuterà a supportare il SEO locale, ma l’argomento fornirà un maggior valore ed è più probabile che venga condiviso su tutti i social media.

(Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://marketinginsidergroup.com/content-marketing/localized-content-marketing/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed