I nuovi annunci di LinkedIn per le conversioni dai Dispositivi Mobili

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Turisti cinesi

Anche se circa l’80% del coinvolgimento con i contenuti sponsorizzati su LinkedIn ora avviene sui dispositivi mobili, i professionisti del marketing stanno facendo fatica ad influenzare la conversione finale su quella piattaforma. Così LinkedIn, qualche settimana fa, ha ampliato il proprio arsenale pubblicitario con il lancio di annunci per la generazione di contatti, che mirino a ridurre l’attrito tra quelle forme di lead generation ed il miglioramento delle conversioni nelle attività di mobile marketing.

Anche se sembra semplice, consentire una risposta diretta del tipo “scopri di più” sui dispositivi mobili non è sempre stato così facile. “Ogni pagina di destinazione era diversa, si utilizza una piccola tastiera e abbiamo scoperto che i membri ( del social, N.d.R.) semplicemente non volevano compilare i form sul cellulare”, ha detto Russ Glass, VP di prodotti per il Gruppo Soluzioni di Marketing di LinkedIn. “I tassi di conversione sono stati appena inferiori a quelli ricevuti dai desktop, ma è lì che avviene la maggior parte del nostro impegno”.

Inoltre, mentre LinkedIn genera dei contatti di alta qualità a causa dei dati dei suoi iscritti, i concorrenti offrono delle opzioni più convenienti. “Quando veniamo paragonati [ad altre piattaforme] sulla base del CPC, noi non competiamo così bene, francamente, perché siamo costosi”, ha detto Glass. “Ma quando ci musurano in base al costo-per-lead, lo facciamo molto bene, in particolare negli ambienti B2B.”

Questa discrepanza ha portato ad un ROI non proprio ottimale per i professionisti del marketing, così LinkedIn ha rinnovato la sua strategia.

Una volta che un annuncio viene pubblicato, gli annunci per la Lead Generation precompilano i form con le informazioni sul profilo di un utente di LinkedIn direttamente all’interno del feed del dispositivo mobile, piuttosto che chiedere ad un utente di compilare un modulo “contattaci” sulla pagina di un’azienda. Una volta che abbiano premuto l’invio, l’informazione viene portata verso il sistema di CRM o verso il sistema di automazione del marketer. Questa lieve modifica ha migliorato i tassi di conversione su LinkedIn dai dispositivi mobili in media del 30%.

LinkedIn ha anche adocchiato delle opportunità per la parte alta dell’imbuto con il lancio di funzioni come Trending Storylines. Ma la vera finalità del social network è quella di collegare i punti tra le tattiche di branding e quelle per la parte inferiore dell’imbuto. “Mentre iniziamo ad ottenere liquidità ed a ridimensionare questi prodotti, sapremo a quali di essi le persone siano interessate, quali prodotti e quali servizi stiano cercano”, ha detto Glass. “Poi, inizieremo a esporli come nuovi metodi di targeting, che vadano più in profondità dei contenuti sponsorizzati”. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://adexchanger.com/ad-exchange-news/linkedin-launches-lead-gen-ads-combat-missed-mobile-conversions/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed