Il Social Media Influencer Marketing nel 2017

S4P MARKETING CONSIGLIA.

S4p Marketing Micro-influencer

Come imprenditori, dovete aver pensato molto bene sulla vostra campagna di marketing ed aver considerato come renderla efficace e conveniente. Oppure, se avete intenzione di avventurarvi nel mondo dell’imprenditorialità, è bene pensare a come desideriate che i vostri prodotti siano rappresentati ai vostri potenziali clienti. Dovete aver sentito parlare di influencer marketing. È il fenomeno attuale. E, come sembra, non sarà una moda passeggera, ma una tendenza che potrà essere solo destinata a crescere. Avete pensato di incorporarla nella vostra strategia di marketing per il 2017?

PERCHÉ DOVRESTE FARLO?

Siete esitanti? Ora vi rassicuriamo.

Come accennato in precedenza, questa è una tendenza che si prevede che possa solo crescere. Secondo i sondaggi su piattaforme diverse, oltre l’80% dei marketer hanno già utilizzato questo approccio nel 2016 e l’incredibile numero del 94% lo ha trovato utile. Oltre a questo, ancora più di questi stanno prendendo in considerazione l’utilizzo di questa strategia nel 2017. Ancora non siete convinti? Pensate a quante volte guardavate qualcosa alla TV ed avete iniziato ad utilizzare il telefono durante la pausa per la pubblicità. Oppure avete fatto qualcosa diversamente? E per quanto riguarda gli adblocker nei browser? Ne avete uno installato? Leggete il materiale promozionale che vi distribuiscono o semplicemente lo buttate nel cestino? Le probabilità sono che voi, come la maggior parte delle persone, ignoriate gli annunci e questo è il punto per cui gli influenzatori sui social vi possono esattamente essere utili.

QUAL È IL PRIMO PASSO?

Ora che siete convinti che sia una cosa giusta da affrontare, discutiamo di cosa dovete fare prima di raggiungere un influenzatore. Innanzitutto, è necessario che pensiate al vostro brand personale. Non ci sono santi, con tanti nuovi marchi in competizione per una fetta di mercato nel 2017 (il loro numero è in crescita mentre stiamo scrivendo ciò), dovete promuovere il vostro brand e ‘venderlo’ agli influencer. Credeteci, se no nessuno lo farà. La fiducia in ciò che state cercando di vendere è fondamentale. Avete anche bisogno di ‘pulire la casa’, per così dire. Assicuratevi di avere tutto l’occorrente per il marchio: indirizzo web e indirizzo e-mail con il vostro nome di dominio o se state solo iniziando, assicuratevi di scegliere il corretto nome di dominio che rifletterà l’immagine del vostro brand. Ora assicuratevi che tutto abbia lo stesso design. Il vostro sito web non dovrebbe avere un colore e il vostro biglietto da visita un altro, per esempio. Tutto dovrebbe essere allineato per incorporare la vostra vision nell’immagine del vostro brand. Considerando l’epoca in cui viviamo, tutto deve essere attraente per i vostri potenziali clienti (e per l’influencer che state cercando di portarvi a bordo) in modo da poterli convertire in clienti. Il 2017 non perdona un’attività di branding sciatta.

Con tutte le cose al loro posto, siete pronti per un influenzatore.

CHI E COME?

Ovviamente, sarebbe impossibile chiedere a qualcuno come Jessica Alba di sostenere il vostro marchio. A meno che non disponiate di tasche veramente profonde e possiate permettervi di spendere oltre 500.000 dollari per questo (al tasso corrente). Immaginando che probabilmente non abbiate un budget adeguato per pagare quella somma di denaro per una singola menzione attraverso ogni piattaforma, quelli che dovreste considerare sono i micro-influenzatori. Se Rihanna non potesse menzionare il vostro sapone fatto a mano ai suoi follower, un blogger che scrive di cosmetici naturali potrebbe. E ciò che è meglio è che abbia dei seguaci che leggeranno e che siano davvero interessati a quello che ha da dire! È difficile da cogliere, ma è così che va al momento. Il 2017 è l’anno degli influencer sui social. Quindi, assicuratevi di ricercare gli influenzatori nella vostra nicchia. Può sembrare incredibile ma c’è un influencer per quasi tutto. Trovate quello che tratti della vostra nicchia ed il cui modo di scrivere vi piace. Quindi, il modo giusto di avvicinarsi a loro sarebbe quello di commentare i loro post e di dimostrare di rispettare quello che facciano. Mostrate loro che li state apprezzando e stimando e reagiranno sia con voi che con il vostro brand. Assicuratevi di cliccarci su. Perché? Gli influencer hanno guadagnato il loro status perché le loro parole sono autentiche (o sono percepite come tali). Le persone che li seguono credono in quello che dicono e raccomandano. Se li trattate come una transazione puramente commerciale, come possono costruire una relazione con il vostro brand? A meno che non abbiate davvero delle tasche profonde. Inoltre, non gli fate un favore nel negoziare un prezzo che sia conveniente per entrambi.

C’è ancora una cosa di cui dovete essere a conoscenza: non dovreste cercare di fargli pubblicare i vostri slogan o le vostre idee di marketing. Perché? Sono influenzatori perché la gente crede e ama ciò che dicono, pertanto possono farlo meglio di voi. Date loro la libertà di esprimersi a modo loro e vedrete quanto saranno efficaci. Inoltre, assicuratevi di espandere la loro influenza condividendo il loro contenuto sul vostro sito (video, podcast). Può solo aiutarvi alla fin fine.

Il 2017 è l’anno dell’influencer marketing. È molto probabile che lo possa essere anche il 2018. Per avere successo, assicuratevi di trovare l’influenzatore ideale per il vostro brand (prima che qualcun altro ve lo prenda!) e cominciate una collaborazione il più presto possibile. (Adattamento e traduzione di L.M.)

Fonte: https://marketinginsidergroup.com/social-media/the-state-of-social-media-influencer-marketing-in-2017/

S4P MARKETING CONSIGLIA è la nuova rubrica del nostro blog. Ogni venerdì, i 3 articoli, giudicati da noi più interessanti, presi dal web e pubblicati sui nostri profili Social verranno recensiti in questa sede e riproposti. Per informazioni e/o suggerimenti scriveteci o contattateci sui nostri Social!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Visit Us On LinkedinVisit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google PlusCheck Our Feed